Cronaca Nera

Incendio al deposito di auto a MACERATA. Tutte le piste al vaglio degli inquirenti: dall'usura al racket

L'indagine è condotta dal commissariato di Marcianise guidato dal vicequestore aggiunto Ettore Cecere. Il titolare del deposito ha chiarito di non aver mai subito minacce né


L'indagine è condotta dal commissariato di Marcianise guidato dal vicequestore aggiunto Ettore Cecere. Il titolare del deposito ha chiarito di non aver mai subito minacce né di essere stato avvicinato da qualcuno  MACERATA CAMPANIA – Nella notte di ieri, alle 3 e 30 circa, è divampato un incendio nel deposito di “Nacca automobili”. Tre le auto colpite dalle fiamme. A quanto pare il rogo, di matrice dolosa,  si è dipanato da una Fiat 500 all’interno della quale sarebbe stato versato sostanza infiammabile.  E’ stato il titolare a chiamare i vigili del fuoco che accorsi sul posto hanno sedato subito le fiamme. Si stanno occupando della vicenda glia genti del commissariato di polizia di Marcianise guidato dal vicequestore aggiunto Ettore Cecere. Al momento tutte le ipotesi sono al vaglio degli inquirenti, dal racket all’usura. Il titolare della "Nacca automobili" ha chiarito agli agenti ieri di non aver mai subito minacce né di esser stato avvicinato da qualcuno. Solo il decorso delle indagini potrà  fare chiarezza sulla vicenda.