Sport

BASKET, le altre. Roma cede in casa a Venezia

Dopo la vittoria di Cantù ieri, anche Siena e Brindisi colgono successi che valgono la testa della classifica. Pesaro sfiora l'impresa, costringendo i pugliesi al supplementare


Dopo la vittoria di Cantù ieri, anche Siena e Brindisi colgono successi che valgono la testa della classifica. Pesaro sfiora l'impresa, costringendo i pugliesi al supplementare Siena-Varese 87-79 Vittoria senese, firmata dal nuovo innesto Haynes (24 punti e 6 assist), nell’undicesima partita in un anno tra le due squadre. Riparte così dopo due sconfitte consecutive, anche grazie agli 8 rimbalzi di Hunter) la Mens Sana che proprio ieri ha festeggiato la 1300esima partita in serie A. La sconfitta per la Varese dell’ex Frates significa addio alle ultime possibilità di Final8. Miglior realizzatore: Haynes (Siena) e Banks (Varese) 24 Roma-Venezia  87-92 Dopo sei vittorie nelle ultime sette partite, Roma cede a Venezia, che riesce a vincere nella capitale dopo nove sconfitte consecutive (l’ultima vittoria risaliva a 33 anni fa). Roma di solito ha costruito le sue fortune sulla difesa: oggi ne ha presi 92, quasi ovvio che perdesse, nonostante i 15 rimbalzi di Mbwake. Nonostante l’emergenza Venezia fa il colpaggio grazie a Smith (32 punti e 12 rimbalzi) e Vitali (8 assist). Le finali di coppa Italia per i ragazzi di coach Markowski sono più vicine. Miglior realizzatore: Smith (Venezia) 32 Avellino-Montegranaro  103-92 Dopo il -36 di Milano, si riscatta Avellino. Senza Lakovic, in regia straordinari per l’ex Cavaliero che a fine partita avrà distribuito ben 7 assist. Montegranaro in emergenza, dopo l’addio a Collins, si gioca le sue carte ma non riesce a regalare a Recalcati la vittoria numero 500 in serie A. Miglior realizzatore: Cinciarini (Montegranaro) 25 Pesaro-Brindisi 86-91 Dura 43’ il sogno di Pesaro, ultima in classifica, di battere Brindisi, che con questo successo rimane in testa. Dopo la parità a quota 80, i primi canestri del supplementare sono degli ospiti (80-83) ma la Vl ha una reazione d’orgoglio e con un parziale di 5-0 si porta sul +2 (85-83) al 43’ ma spreca l’occasione. E così arriva l’allungo pugliese con un 8-1 che distrugge i sogni marchigiani e per la prima volta, in sette incontri, vede Brindisi espugnare la Adriatic Arena. Ancora a zero successi interni invece Pesaro, guidata da uno strepitoso Anosike (23 punti + 17 rimbalzi) mentre il recuperato Pecile mette a referto 3 assist. Miglior realizzatore: Lewis (Brindisi) 26 Cantù-Reggio Emilia 73-65 Cantù manda Reggio Emilia k.o. in uno dei due anticipi del sabato, vivendo una notte da capolista solitaria. E’ stata la vittoria della difesa, che hanno ben contenuto i break emiliani targati Kaukenas e Bell: i 65 punti di ieri sono il minimo subito quest’anno. Per i canturini quella di ieri è la 13esima vittoria in casa, su altrettante partite, tra campionato ed Europa. Ieri, grazie ad Uter e Marconato, non si è sentita l’assenza di Cusin ma meglio aspettare test più probanti prima di emanare giudizi definitivi. Miglior realizzatore: Gentile (Cantù) 19 Pistoia-Bologna 80-79 Nell’altro anticipo del sabato, Pistoia vince soffrendo nel finale per la rimonta bolognese che, fortunatamente per i toscani, si ferma a -1 e probabilmente costa l’accesso alla Final8 di coppa Italia. Nel finale decide Johnson, con un tiro dalla distanza ad 1 secondo dalla fine. Miglior realizzatore: Wanamaker (Pistoia) 19. Sassari-Milano (ore 20.30) Redazione sportiva CLASSIFICA: Brindisi, Cantù e Siena 20; Sassari (1 partita in meno) e Roma 18; Milano 16 (1 partita in meno); Reggio Emilia, Venezia, Avellino e Bologna 14; JUVECASERTA, Pistoia e Varese 12; Montegranaro 8; Cremona 6; Pesaro 4 PROSSIMO TURNO: JUVECASERTA-Pistoia, Bologna-Cantù, Milano-Siena, Varese-Roma, Brindisi-Sassari, Reggio Emilia-Avellino, Venezia-Pesaro, Montegranaro-Cremona