Sport

JUVECASERTA, il punto sul mercato di Atripaldi

Nella conferenza stampa di oggi Atripaldi e Molin, analizzato anche l'infortunio di Moore, la necessità di un ritorno sul mercato ed il no di Poeta Nella conferenza stampa odier


Nella conferenza stampa di oggi Atripaldi e Molin, analizzato anche l'infortunio di Moore, la necessità di un ritorno sul mercato ed il no di Poeta Nella conferenza stampa odierna di Atripaldi e Molin sono state chiarite le dinamiche dell’infortunio a Cameron Moore e sono stati spiegati i possibili scenari di mercato che si aprono. Durante il match con Varese il centro americano aveva subito un trauma distorsivo al ginocchio a seguito del quale si era creato un edema che rendeva difficile l’accertamento delle condizioni del ginocchio, che sembravano comunque meno gravi. Una volta sparito l’edema si è riscontrata una sofferenza del menisco. Adesso il giocatore dovrebbe volare in America per ulteriori visite mediche per accertarsi che non ci sia un interessamento del legamento crociato che allungherebbe notevolmente i tempi di recupero. La necessità di tornare sul mercato è evidente. Il nome che ha caldo era stato fatto era quello di Linton Johnson, come anche in estate, a causa del suo legame familiare con la città di Caserta, per l’arrivo di Drew Gordon a Sassari e per le caratteristiche simili rispetto a Moore. Il gm Atripaldi, dopo aver ironizzato un po’ su come il nome di Johnson ricorra sempre facilmente nei rumors di mercato bianconeri, ha spiegato che il giocatore indubbiamente piace da un punto di vista tecnico ma che esistono delle difficoltà: prima fra tutte il fatto che il giocatore sia ancora sotto contratto con la Dinamo e poi l’ingaggio non molto alla portata delle casse della società di Iavazzi. Stamattina Johnson aveva dichiarato che “nulla è impossibile” riferendosi al suo trasferimento in bianconero. L’operazione è senz’altro affascinante, l’ex Avellino è un giocatore che ha doti fisiche eccezionali ed inoltre anche i tempi burocratici sarebbero più corti perché giocando già in Italia non avrebbe bisogno di visto, ma le difficoltà sono oggettive e forse le parole di Atripaldi non sono solo le solite smentite di facciata, anche se comunque andrà tenuta sott’occhio l’evoluzione della situazione dei rapporti del giocatore con Sassari. Il problema del visto non è da sottovalutare. Infatti Atripaldi ha sottolineato che si stanno sondando altri giocatori che comunque non lo richiedano ed il secondo nome che in questo inizio di anno sta impazzando sulle pagine sportive dei giornali casertani, dopo quello di Johnson, è quello di Tony Esley, ex Sassari ora in forza alla Reyer Venezia. Comunque per ora si cerca un giocatore a gettone per metterci una pezza nell’immediato, per poi ritornare di nuovo sul mercato nel malaugurato caso in cui per Moore ci fosse l’interessamento dei legamenti e quindi dei tempi di recupero superiori ai due mesi. Cameron Moore in ogni caso non sarà tagliato. La ricerca di un esterno si conclude qui a causa della necessità più impellente di trovare un lungo. Atripaldi ha raccontato di aver creduto fino al 31 pomeriggio che Poeta potesse venire a Caserta e di come l’operazione che invece l’ha portato al Baskonia sia stata rapida. “Peppe mi ha mandato un sms alle otto e un quarto del primo” così ha raccontato il gm bianconero la fine della vicenda di mercato che avevo appassionato la piazza casertana negli ultimi tempi. Comunque l’ex gm di Biella ha tenuto a precisare che non c’è mai stata un urgenza di prendere un altro piccolo e che l’offerta a Poeta era stata formulata, sfruttando la difficoltà attuale del giocatore ad accasarsi, con lo scopo di fargli un biennale e ripartire da un play italiano di primissimo livello per la prossima stagione: infatti era un occasione imperdibile trovarsi in squadra un giocatore con quelle caratteristiche ad un costo relativamente basso. Per Cremona non ci sono i tempi tecnici per un nuovo tesseramento, ma non si escludono variazioni nel roster già dalla sfida interna contro Pistoia. Emanuele Terracciano