Cronaca Bianca

CASERTA - Gettoni e sprechi, ecco i nomi dei componenti della Commissione del Comune per la rilevazione dei prezzi al consumo: 30 euro a seduta

E' stata ridefinita nella sua composizione da una delibera di Giunta, votata all'unanimità, lo scorso 23 dicembre   CASERTA - Dando un'occhiata agli atti deliberativi de


E' stata ridefinita nella sua composizione da una delibera di Giunta, votata all'unanimità, lo scorso 23 dicembre   CASERTA - Dando un'occhiata agli atti deliberativi della Giunta di Caserta, negli ultimi giorni dell'anno, ne abbiamo notato uno in particolare. E' balzato davanti ai nostri occhi, non tanto per una particolare sua valenza in termini di esborsi, di pubblico denaro per tenere in piedi organismi di dubbia efficienza, attivati, per Giunta, non dai comuni direttamente, ma dai comuni in esecuzione di norme nazionali, quanto per  il portato emblematico di questo atto deliberativo, il numero 176 del 23 dicembre scorso, votato all'unanimità da tutti i componenti della Giunta di Caserta. In tempi in cui la lotta agli sprechi, ai compensi che vanno ad alimentare il sottogoverno, per le funzioni pubbliche non direttamente collegate all'esplicazione di quelle più importanti e strutturali della pubblica Amministrazione, è divenuto un momento dirimente del dibattito del Paese, non privo di eccessi e di stupide derive giacobine; proprio in questo momento, dicevamo, quei 30 euro a seduta garantiti ai componenti di questa commissione, precisamente a quelli non dipendenti dal Comune di Caserta, propone come una sorta di simbolo espressivo della impermeabilità rispetto a quello che appare come un sentire comune ma che, sostanzialmente, è un sentire indignato fino a quando il privilegio non riguarda la propria persona. L'appello, dunque, che Casertace può fare ai vari Umberto Garbo, Gennaro Ricciardi, Bernardo, Di Rauso e compagnia è quello a rinunciare al piccolo obolo, prestando le proprie competenze nel concorso territoriale alla rilevazione aggregata dei prezzi al consumo, operata dall'ISTAT, realizzandolo in forma gratuita. Staremo a vedere.   Gianluigi Guarino   CLICCA QUI PER LEGGERE LA DELIBERA N°176