Cronaca Bianca

ESCLUSIVA AVERSA - C'era una volta il codice degli appalti pubblici. Altra proroga, stavolta di 220 mila euro targata Sagliocco all'impresa dei parcheggi

Questo è lo stesso uomo che 2 anni fa diceva a noi di condividere le nostre battaglie per la legalità e che si forniva fior di documenti amministrativi pubblici sulla vicenda Sm


Questo è lo stesso uomo che 2 anni fa diceva a noi di condividere le nostre battaglie per la legalità e che si forniva fior di documenti amministrativi pubblici sulla vicenda Smart Project Aversa - Un paio di annetti fa, quando Giuseppe Sagliocco, fuori sostanzialmente, da ogni circuito reale di potere e costretto ad elemosinare una poltrona di sotto governo, che Caldoro gli trovò, affidandogli una non meglio precisata responsabilità, in pratica serviva solo ad avere un ufficio, un telefono e un compenso mensile, all'interno dell'assessorato all'agricoltura, noi di Casertace, cristianamente come facciamo con la maggior parte dei politici in difficoltà, lo accogliemmo e demmo anche fiato qualitativo, con la nostra qualità che non è roba dozzinale, alle molte battaglie per la legalità che Sagliocco affermava di sostenere. Il cemento di Lusciano, le speculazioni edilizie di Aversa, ma soprattutto, la vicenda tempestosa della gestione dei parcheggi a pagamento. Radiografammo, grazie anche alle informazioni dell'allora privato cittadino Sagliocco ci fornì, la vita, le opere e le vicissitudini, attraversate in quel momento con interdittive antimafie della Smart Project, la società napoletana che gestiva il servizio. Al culmine di quella intesa fra Sagliocco e Casertace, fondata, secondo i canoni della nostra ormai improverbiale ingenuità, sulla tensione comune verso gli obiettivi di un cammino verso la legalità dei processi amministrativi, Sagliocco, seppur stando nettamente al di sotto delle elite che lo sostenevano, diventò sindaco. L'unica premessa, breve ma efficace, proprio in virtù di questa pressa la notizia che vogliamo dare oggi. Nell'ultima seduta di giunta, una giunta che a malapena raggiunge il suo numero legale, a causa dei 3 posti ancora vuoti perchè il siandaco non ha riempito dei vari assessori dimissionari, è stata deliberata una proroga di 6 mesi a favore della società Athena, per la sommetta non disprezzabile di 220 mila euro. Da quando Sagliocco decise di non avere più nessun rapporto con la Smart Project, ignorando anche il fatto che la giustizia amministrativa aveva bonificato l'interdittiva antimafia, è trascorso quasi un anno e mezzo, il servizio è stato affidato temporaneamente a una cooperativa locale  he si è avvalsa poi di diverse proroghe. A settembre scorso si è celebrata una gara - macchietta con 5 aziende invitate, di cui se ne è presentata solo una l'Athena, appunto che si è aggiudicata quella gara con un ribasso, appunto, macchietta, dell'un per cento per tre mesi. Oggi, un'altra proroga di 6 mesi, per la somma di 220 mila euro. Che facciamo, commentiamo ancora? Lasciamo perdere. Gianluigi Guarino