Cronaca Nera

PAURA SULLA NOLA-VILLA LITERNO. Una misteriosa auto di grossa cilindrata cerca di farsi tamponare dai passanti. La solita tecnica per fregarsi macchina e denaro?

E' successo ad un 30enne, ieri sera, verso le 23,30, tra Villa Literno e Casal di Principe. Fortunatamente il giovane è riuscito a seminare l'inquietante automobile e una volta m


E' successo ad un 30enne, ieri sera, verso le 23,30, tra Villa Literno e Casal di Principe. Fortunatamente il giovane è riuscito a seminare l'inquietante automobile e una volta messosi al sicuro ha subito contattato il 113 VILLA LITERNO - In queste serate di festa si registra un fisiologico aumento del traffico veicolare e, logicamente, a subire tale rafforzamento della circolazione sono soprattutto le arterie nevralgiche che collegano centri urbani distanti, oppure piccoli paesi con imponenti località commerciali. Tra i fondamentali snodi viari presenti in provincia ce ne è uno importante per l'agro aversano e il basso Volturno: ci riferiamo alla Nola-Villa Literno. Proporzionale all'aumento di traffico è il rischio che in ora tarda possa verificarsi qualche disagio per gli automobilisti, perché, si sa, è proprio nei giorni di vacanza che qualche malintenzionato ne approfitta per concretizzare i suoi pessimi propositi. Non sappiamo se il caso che vi stiamo per raccontare sia ascrivibile a quelle strategie attuate per sottrare auto ai passanti. Non lo sappiamo perché, fortunatamente, tale tecnica non si è concretizzata. Ad ogni modo possiamo dirvi però che le modalità sono sembrate molto simili a quelle adottate dai malviventi per fregare macchine, denaro, orologi ecc... Ieri sera, P.G., 30enne, stava tornando a casa, e per farlo percorreva, appunto, tranquillamente la Nola-Villa Literno. Improvvisamente, all'uscita di Villa Literno, una macchina, di grossa cilindrata,  si pianta di fronte all'auto del giovane quasi come se avesse voluto farsi tamponare di proposito. P.G., abilmente è riuscito ad evitare l'impatto, ma l'automobile che aveva cercato l'urto non contenta inizia a tampinarlo con insistenza: praticamente si inscena un vero e proprio inseguimento fino a Casal di Principe. Per buona sorte P.G. riesce a  seminare l’inquietante macchinone. E quando la misteriosa auto assoda l'impossibilità di raggiungere il ragazzo  subito si dedica ad attuare la stessa strategia con un'altra macchina. Messosi al sicuro il 30enne ha chiamato il 113 che, a sua volta, lo ha messo in contatto con il commissariato di Aversa. Spiegato agli agenti la dinamica della brutta esperienza i poliziotti lo hanno ringraziato  per la segnalazione rassicurandolo e provvedendo ad inviare una volante per controllare la zona. Giuseppe Tallino