Cronaca Nera

Divieto di dimora per il fratello del pentito Vassallo: coltivava frutta e verdura su un terreno zeppo di rifiuti tossici

L'operazione eseguita dalla Squadra Mobile CASAL DI PRINCIPE - La squadra Mobile di Caserta, sezione distaccata di Casal di Principe, diretta dal vice questore Alessandro Tocco


L'operazione eseguita dalla Squadra Mobile CASAL DI PRINCIPE - La squadra Mobile di Caserta, sezione distaccata di Casal di Principe, diretta dal vice questore Alessandro Tocco, nella mattinata di Natale ha sottoposto alla misura di divieto di Dimora, Nicola Vassallo, fratello del noto Gaetano imprenditore dei rifiuti e collaboratore di giustizia con il divieto di accesso nel comune di Giugliano Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Napoli Nord, ed è frutto dell'indagine esperita, sempre dalla Squadra Mobile tesa a debellare il fenomeno della coltivazione abusiva dei terreni sottoposti a sequestro preventivo da parte dell'autorità giudiziaria, perchè risultati oggetto di sversamenti abusivi di rifiuti tossici, sotterrati a loro volta dal clan Bidognetti Gli agenti hanno acclarato che nonostante il divieto, Nicola Vassallo, in località San Giuseppiello di Giugliano continuava a coltivare piante di frutta e verdura. Nel terreno in questione fu riscontrata la presenza di cromo e zinco, nonchè di berilio e altre sostanze chimiche.