Sport

BASKET. La JUVECASERTA a Siena per l'ultima trasferta del 2013

La Pasta Reggia a Santo Stefano in campo (palla a due alle 18.15) contro i campioni d'Italia, che recentemente hanno perso Hackett. Ma, come dimostrato a Sassari, la capolista res


La Pasta Reggia a Santo Stefano in campo (palla a due alle 18.15) contro i campioni d'Italia, che recentemente hanno perso Hackett. Ma, come dimostrato a Sassari, la capolista resta un avversario da temere La sfida di Santo Stefano della Pasta Reggia Caserta alla Montepaschi Siena, tra struffoli e panettone non ancora perfettamente digeriti, è una grande occasione per la squadra di Lele Molin per cogliere un successo importante sia per il blasone dell’avversaria, sia per la classifica. Siena, dopo l’eliminazione dall’Eurolega e la partenza di Daniel Hackett verso Milano, è stata in grado di battere Sassari sul suo campo tenendola ad appena 60 pt, un magrissimo bottino per Diener e soci a cui però ha contribuito sicuramente anche la difesa senese. Oltre alla partita di domenica, la Montepaschi in questi anni ha dimostrato di essere sempre temibile qualsiasi sia il budget a sua disposizione: infatti la gestione tecnica di questa squadra, a parere di chi scrive, dovrebbe essere portata ad esempio per tutte le società sportive, non solo quelle cestistiche, per la capacità di reperire talenti a costi relativamente bassi e soprattutto per l’intelligenza e l’oculatezza con qui vengono inseriti nuovi giocatori nel roster. Certo l’assenza di Hackett non può non farsi sentire: infatti per quanto sia tangibile la crescita di Cournooh e Green, la perdita in cabina di regia si farà sentire, e potrebbe risentirne anche il gioco di lunghi assolutamente validi come Hunter, Carter e Viggiano. La passata stagione la Juve di Sacripanti fu abbattuta in trasferta nella partita di andata ma conquistò la salvezza aritmetica proprio contro Siena al PalaMaggiò. Emanuele Terracciano