Politica

STANGATA TARES DI NATALE A MONDRAGONE - La carica di Pagliaro: "ecco tutta la verità su quanto ammonta e come incide il vergognoso debito del comune nei confronti della Gisec"

Per l'esponente politico zinziano la nomina di un legale di Falciano del Massico nel giudizio contro la società della Provincia è un altro atto discutibile che verrà fatto pesa


Per l'esponente politico zinziano la nomina di un legale di Falciano del Massico nel giudizio contro la società della Provincia è un altro atto discutibile che verrà fatto pesare sui contribuenti mondragonesi MONDRAGONE - Il consigliere comunale dell'udc Alessandro Pagliaro torna alla carica sulla questione Tares-Gisec, dopo i giorni dello scontro politico tra l'esecutivo Schiappa e gli uomini di Zinzi. Mediante una nota stampa, l'esponente centrista precisa che il Comune di Mondragone invece di "vergognarsi" per i debiti che si sono accumulati rispetto al servizio non onorato, ma offerto lo stesso dalla Gisec, ha avuto la brillante idea di attaccare la società della Provincia di Caserta, accusandola indirettamente di aver fatto lievitare la Tares. "La maggioranza dovrebbe dire ai cittadini che il debito di € 1.502.800,00 al 31/10/2013 è stato onorato solo per € 106.117,29"  -  Rincara Pagliaro. Poi, lo stesso consigliere risulta essere particolarmente critico riguardo la scelta effettuata dal Comune di nominare un legale di Falciano del Massico che dovrà difendere gli interessi dell'ente nel giudizio che lo vede contrapposto alla Gisec, la quale a sua volte ha richiesto il pagamento delle proprie spettanze. Per Pagliaro l'esito è già scontato: una bocciatura esemplare delle tesi difensive del Comune... Al riguardo staremo a vedere. M.I. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DI ALESSANDRO PAGLIARO     LA NOSTRA MAGGIORANZA NON SA’. che chi deve gestire le risorse finanziarie versate dagli onesti cittadini deve amministrarle come il "buon padre di famiglia" e operare per il bene di tutti e non solo di pochi?' In seguito all’affermazione della maggioranza circa l’aumento della Tares dovuto alla piccolissima quota di spettanza dell’Ente Provinciale GISEC SPA ,mi DUOLE affermare che anche essendo un semplice consigliere comunale di minoranza in questo momento, mi vergogno di esserlo. Non lo nego: ho sempre votato in passato Berlusconi e la sua coalizione, e solo dopo che la coalizione di tutto il centro destra ha sostenuto il sindaco Schiappa ,nell’ultima tornata elettorale, ho scelto di candidarmi nell’UDC, perchè la COALIZIONE del centro destra era inaffidabile allora e lo è ancora di più, oggi, nella nuova formulazione ribaltonista alfettiana. Tale mia sensazione è stata ulteriormente confermata dagli ultimi mesi di cronache, in cui se ne sono sentite di tutti i colori. Sono talmente stanco di questa situazione che da parecchi giorni non seguo più nemmeno la cronaca della politica dei giornali locali , optando nel tempo libero per una partita a scopone con gli amici, per non sentire le affermazioni e le menzogne dei rappresentanti della maggioranza. La spazzatura che il comune conferisce ai siti gestiti dalla GISEC, per non essere ammassata nelle strade, e non sommergere ogni casa del nostro paese, ha un costo che aldilà delle affermazioni non veritiere della maggioranza , non è stato nemmeno onorato. Infatti prima di attaccare la GISEC ,la maggioranza dovrebbe dire ai cittadini che il debito di € 1.502.800,00 al 31/10/2013 è stato onorato solo per € 106.117,29 .Il Sindaco e la sua maggioranza dovrebbe ringraziare la Provincia e la stessa GISEC SPA per il servizio svolto a favore della nostra città ,NONOSTANTE LA MOROSITA'. Scusate se e’ poco. INVECE CHE FA LA MAGGIORANZA ? RACCONTA NOTIZIE POCO CREDIBILI E SPERPERA ALTRO DENARO PER OPPORSI AGLI ATTI GIUDIZIARI DELLA GISEC SPA ,ATTRAVERSO UN PROFESSIONISTA DI FALCIANO, ADDUCENDO DELLE MOTIVAZIONI DISCUTIBILISSIME. SARA’ COMUNQUE LA MAGISTRATURE A DECIDERE! CIO’ CHE POSSO AFFERMARE CHE PERDEREMO LA CAUSA , PAGHEREMO ALTRI ONORARI PER SPESE LEGALI ,AUMENTERA’ IL DEBITO E RAZZOLARANNO NELLA CITTA’ ORMAI DESERTA BANDE DI TOPI. Ho COMUNQUE un profondo senso dello Stato, e il pensiero va a coloro che con il sacrificio giorno dopo giorno sopravvivono in questa città. Mi fermo qui, ma questo mio sfogo è solo l'inizio. Sicuro di esser ascoltato da qualcuno e nella speranza che qualcuno riesca a far cambiare rotta a questa città ormai alla deriva. PORGO DISTINTI SALUTI Alessandro Pagliaro Udc