Cronaca Nera

S. MARIA C.V. L'OMICIDIO DI KATIA TONDI - Mossa a sorpresa della procura: tutti convocati presso la Polizia scientifica per assistere alle analisi sulla cordicella e sulla tenda insanguinata

Avverrà il prossimo 9 gennaio Dopo tanti sopralluoghi effettuati, con apparecchiature sofisticatissime ed all’avanguardia, presso l’appartamento in cui venne ritrovata la pove


Avverrà il prossimo 9 gennaio Dopo tanti sopralluoghi effettuati, con apparecchiature sofisticatissime ed all’avanguardia, presso l’appartamento in cui venne ritrovata la povera sig.ra Katia Tondi, il 20 luglio scorso, in San Tammaro, al Parco Laurus, alla Via Nazionale Appia e dopo un nuovo provvedimento di sequestro da parte del Pubblico Ministero, dott. Domenico Musto, della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere arriva, a sorpresa, una mossa dell’ Accusa : il 9 gennaio prossimo presso i Laboratori della Polizia Scientifica di Napoli sono state convocate tutte le parti processuali per assistere alla effettuazioni delle analisi di laboratorio dei diversi oggetti sequestrati sulla scena del crimine ovvero nella casa dell’omicidio : una tenda, una cordicella ritrovata su uno dei balconi, un paio di occhiali ed altri oggetti sui quali vi è il massimo riserbo. Oltre alla dirigente della Questura di Napoli, Capo della Polizia Scientifica, la dott.ssa Fabiola Mancone, presenzieranno agli accertamenti la difesa di Emilio Lavoretano, composta dagli avvocati penalisti Raffaele Gaetano Crisileo e Natalina Mastellone con il loro consulente tecnico, il prof. Carmelo Lavorino ed il consulente tecnico della Procura il generale dei RIS, Luciano Garofano. Dopo cinque mesi da questo efferato ed ancora inspiegabile omicidio, l’unico indagato in questo processo rimane il marito della sig.ra Katia Tondi, Emilio Lavoretano, che, sin dall’inizio di questa vicenda, si è sempre proclamato innocente. Intanto il Pubblico Ministero, dott. Domenico Musto, cui è stato assegnato questo caso (andato alla ribalta nazionale e di cui si stanno occupando anche diverse reti televisive ) e che sta coordinando le indagini finalizzate a trovare l’assassino della giovane donna, mamma di un bimbo di soli sette mesi, continua il proprio lavoro di coordinamento investigativo senza sosta anche se, a quanto insistentemente si dice negli ambienti giudiziari, la soluzione di questo caso è davvero molto vicina e finalmente, tra poco, l’assassinio della sig.ra Katia Tondi potrebbe avere un volto e forse un nome inaspettato.