Economia e Territorio

Lavoro nero nelle aziende casertane, TUTTI I NUMERI dei blitz della Direzione del Lavoro di Caserta

Il sindacato Cisas li ha resi noti in un comunicato. 9 imprese su 10 sono irregolari   CASERTA - La piaga del lavoro nero non risparmia il casertano, anzi: quasi 9 aziend


Il sindacato Cisas li ha resi noti in un comunicato. 9 imprese su 10 sono irregolari   CASERTA - La piaga del lavoro nero non risparmia il casertano, anzi: quasi 9 aziende su 10 risultano inosservanti rispetto alla normativa vigente in materia. La Direzione del Lavoro di Caserta, diretta da Mario Chiarello, ha condotto, durante i primi nove mesi di quest'anno, una meticolosa attività di controllo, ispezionando 1.534 aziende locali. Nella ricerca effettuata,la DTL ha verificato ben  2.287 posizioni lavorative per 1.485  lavoratori, per una irregolarità contestata del 65%. I lavoratori risultati completamente al nero sono 1.168, cioè circa il  51%. Inoltre, la  DTL  ha applicato 358 sospensioni di attività imprenditoriale. Inoltre, il 20% dei lavoratori presenti durante le verifiche ispettive sono risultati al nero. I cantieri edili sequestrati sono stati 6, mentre sono state irrogate e riscosse sanzioni per un importo pari a 1 milione 207mila 636 euro. Gli ultimi positivi interventi dei vari organi istituzionali in materia di lavoro danno maggiore fiducia ai lavoratori ed alla Segreteria della Confederazione  Cisas di Caserta, che da tempo continua il suo impegno nel contrasto al lavoro nero o sommerso a tutela dei lavoratori dipendenti, specie quelli che operano nel settore delle costruzioni, del commercio e dell'agricoltura.   Maria Concetta Varletta