Cronaca Bianca

NATALE A MONDRAGONE - LA STANGATA TARES, il Governo vara la sanatoria sulla mancata raccolta differenziata. Mario Fusco attacca Schiappa: "Come fai a giustificare gli aumenti"

La notizia rilanciata dal "Fatto Quotidiano"   MONDRAGONE - Alla fine il pandemonio Tares a Mondragone potrebbe non poggiare su solide basi... Mario Fusco del Pd, spulci


La notizia rilanciata dal "Fatto Quotidiano"   MONDRAGONE - Alla fine il pandemonio Tares a Mondragone potrebbe non poggiare su solide basi... Mario Fusco del Pd, spulciando tra gli articoli pubblicati dai giornali nazionali (CLICCA QUI PER LEGGERE UN ARTICOLO APPARSO SUL FATTO QUOTIDIANO) è venuto a conoscenza che il Governo nella sua Agenda Verde o Ambientale avrebbe previsto una sanatoria per i comuni non virtuosi sulla raccolta differenziata. Ebbene, visto che l'indice negativo di raccolta differenziata fa lievitare il costo e il quantitativo di indifferenziato da portare al Termovalorizzatore, Mario Fusco si chiede: "Se sussiste questa sanatoria, come fa il sindaco allora a giustificare l'aumento dei costi per il servizio rifiuti scaricando il tutto sulla Tares, ed incolpando poi di tutto la Gisec? Se c'è questa sanatoria perchè le bollette aumentano? Non si capisce allora a cosa sarebbe dovuta la mazzata (della TARES) di Natale, considerato che nessun aumento sarebbe giustificabile, contrariamente a quanto dichiarato dalla fascia tricolore, che ha addossato pubblicamente - precisa sempre Mario Fusco -  la responsabilità del salasso, al costo di smaltimento del rifiuto "tal quale" in discarica, lievitato da 138 a 172€ a tonnellata, determinato dalla Gisec, a causa del mancato raggiungimento della percentuale di differenziata prevista al 65% entro il 2012. Principio europeo del "chi inquina paga"!" In questo frangente sembra quasi che il Governo discolpa i comuni, ma i comuni non perdonano i cittadini. M.I.   CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO 18 DEL Testo del ddl collegato alla legge di stabilità 2014: ambiente e risorse naturali