Cronaca Nera

LA CAMORRA DEI BOCCOLATO a MONDRAGONE - Scarcerata la figlia del capoclan Emilio. Domiciliari per Maria Laura Boccolato

La decisione assunta dal Gip De Falco Giannone su istanza degli avvocati Giovanni Zannini e Angelo Raucci MONDRAGONE -  A meno di 10 giorni dall'esecuzione dell'ordinanza cust


La decisione assunta dal Gip De Falco Giannone su istanza degli avvocati Giovanni Zannini e Angelo Raucci MONDRAGONE -  A meno di 10 giorni dall'esecuzione dell'ordinanza custodiale in carcere nei confronti di 35 esponenti del clan Boccolato-La Torre sono stati concessi gli arresti domiciliari a Maria Laura Boccolato, figlia del capoclan Emilio, ristretto nel carcere di Spoleto, difesa dagli avvocati Giovanni Zannini e Angelo Raucci.  A dare ragione ai difensori è stato lo stesso Gip De Falco Giannone, che lo scorso 29 novembre ebbe a firmare il mandato di cattura anche nei confronti della Boccolato. A carico della figlia di Emilio grava la pesantissima accusa di aver preso parte al clan capeggiato dal padre e di aver fatto da tramite tra il genitore detenuto e adepti liberi, tra cui Tobia Ferraro. La stessa contestazione, infatti è mossa a carico di Giovanni Boccolato fratello di Emilio, e a carico di Cosetta Miraglia all'epoca fidanzata convivente del boss. Max Ive