Politica

CASTEL VOLTURNO AL VOTO - Luise sconfessa la candidatura di Cesare Diana, agisce d'anticipo sull'accordo con i Coppola incontrando il senatore Sarro e gioca di sponda con Giancotti e Parente

Strategie politiche a pochi mesi dalle elezioni, nel centrodestra si registrano le prime schermaglie. L'ex vicesindaco "Prima di pensare ai candidati vediamo i progetti" di Mas


Strategie politiche a pochi mesi dalle elezioni, nel centrodestra si registrano le prime schermaglie. L'ex vicesindaco "Prima di pensare ai candidati vediamo i progetti" di Massimiliano Ive CASTEL VOLTURNO - "Zaccariello non è Berlusconi e Cesare Diana che si autoproclama candidato a sindaco non è stato indicato dal partito di Forza Italia". Sergio Luise, l'ex coordinatore del Pdl, oggi membro di Forza Italia, liquida così le aspirazioni di candidatura dell'esponente politico che prima dello scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche decise di scendere in campo a capo di una coalizione civica. L'ex assessore non risparmia nemmeno l'assessore provinciale di Villa Literno, il quale ultimamente ha benedetto proprio il club di Pinetamare, inaugurato in assenza  di Luise. "Prima degli uomini vengono i programmi e i progetti... - ha rincarato la dose Luise - Il sottoscritto con la coalizione che ha amministrato Castel Volturno sino al 2005 ha messo in cantiere la recinzione della pineta, l'accordo di programma con i Coppola che deve essere rivalutato e realizzato nella sua interezza. Ai cittadini occorre presentare un progetto politico sostenuto da tutte le forze politiche del centrodestra, non auto-candidature supportate dal nulla. Il gruppo che rappresento, pertanto si presenterà ai cittadini chiedendo la fiducia su quanto siamo riusciti a realizzare: vedi la Domiziana, e le opere cantierizzate previste sempre nell'accordo di programma. ". Al riguardo abbiamo appreso che in questi istanti proprio Sergio Luise, dopo la benedizione ottenuta dall'assessora regionale Daniela Nugnes, ha deciso di incontrare anche il senatore Carlo Sarro. L'ex  vicesindaco, in poche parole, che è sempre stato un uomo molto vicino all'orbita di Pasquale Giuliano, sta cercando di costruire un perimetro politico che coinvolga e ottenga i necessari benestare dai vertici del suo partito. "L'ex sindaco di Piedimonte Matese è stato anche il nostro avvocato amministrativista che conosce nei particolari proprio l'accordo di programma, il quale è stato realizzato sotto la sua supervisione legale. Pertanto chi meglio di lui potrà vagliare e seguire ciò che noi ci proponiamo di presentare alla cittadinanza. Poi saremo giudicati su quello che abbiamo fatto e che intendiamo realizzare". Nel contempo, mentre Luise sta tessendo la sua rete nelle alte sfere del partito, a livello locale l'ex coordinatore del Pdl ha deciso di giocare di sponda con il gruppo del Nuovo Centrodestra di Domenico Giancotti, Giovanni Parente e del dott. Eugenio Fiorentino. Staremo a vedere nei prossimi giorni cosa accadrà.