Politica

CELLOLE, incarico da 3 mila e 500 euro del Comune all'avvocato già legale di fiducia all'assessore alle politiche sociali

La spesa di 3500 € per il legale è stata anticipata con i soldi del bilancio 2013 stanziati per i servizi sociali, invece che con lo stanziamento per "liti ed arbitraggi" CEL


La spesa di 3500 € per il legale è stata anticipata con i soldi del bilancio 2013 stanziati per i servizi sociali, invece che con lo stanziamento per "liti ed arbitraggi" CELLOLE - Il decreto ingiuntivo n. 5324/13 su ricorso dell'avvocatura Distrettuale dello Stato di Napoli per il Ministero dell'Interno Ufficio Territoriale del Governo di Caserta ha imposto al Comune di Cellole il pagamento della somma di 30.114,29 euro per residui di fondi UNRRA(Amministrazione delle Nazioni Unite per l'assistenza e la riabilitazione) non utilizzati. La somma ingiunta per il recupero coatto di contributi concessi ex fondo Lire UNRRA di  17.721,07 euro non risulta accreditata come attestato dal Responsabile del Servizio Finanziario per cui si rende necessario conferire incarico ad un legale di fiducia dell'Amministrazione Comunale. L'incarico è andato all'avvocato Giuseppe Montano, il secondo della Giunta Izzo. La spesa di 3500 € per il legale contro il decreto ingiuntivo di 30.000 € è stata anticipata con i soldi del bilancio 2013 stanziati per i servizi sociali, invece che con lo stanziamento per "liti ed arbitraggi". Sarà solo un caso che l'avvocato militava nello stesso partito (l'UDC) dell'assessore alle politiche sociali ed era anche il suo personale legale di fiducia? Oppure è stata una necessità di bilancio non avendo il capitolo attinente alla spesa la relativa copertura finanziaria? Antonio Caputo