Cronaca Bianca

MADDALONI - Lo spaventoso buco da 36 milioni. Politici locali evasori anche per 50 mila euro. La riunione partorisce il topolino di un non documento

Una situazione incredibile. Anche molti parenti e amici degli amici per 4 anni, come segnala l'analisi compiuta da IAP non  hanno pagato ICI e TARSU. Vi terremo informati su ques


Una situazione incredibile. Anche molti parenti e amici degli amici per 4 anni, come segnala l'analisi compiuta da IAP non  hanno pagato ICI e TARSU. Vi terremo informati su quest' altra porcheria Maddaloni - Doveva essere una riunione tra il sindaco Rosa de Lucia, i capigruppo di maggioranza e opposizione e i rappresentanti dell' IAP, la società che dovrebbe occuparsi, finalmente, in maniera seria, del recupero dello spaventoso buco di tasse comunali non pagate. E invece, l'evento si è trasformato in una sorta di happening. Non ci mancava nessuno. Consiglieri comunali in ordine sparso, a partire da Gennaro Cioffi, ex assessore comunale alle finanze che dei 36 milioni di euro di buco, qualificati dalla IAP proprio ieri sera (17 di ICI e 19 di TARSU) dovrebbe sapere qualcosa. Una presenza preziosa quella di Gennaro Cioffi, anche perchè ormai con quelli di IAP si sente un po'in famiglia, visto e considerato che sua moglie da qualche anno, è stata assunta proprio dalla IAP, naturalmente in una sede diversa a Maddaloni. Tutto questo interesse morboso mostrato per la riunione è anche collegato alle voci che vedrebbero diversi politici di Maddaloni coinvolti nella mega evasione, consumatasi tra l'anno 2008 e l'anno 2012. Alcuni politici evasori avrebbero accumulato anche 50 mila euro di tasse no pagate. Sotto osservazione anche la posizione dell'Interporto. Si parla di mancati versamenti fiscali per circa 3 milioni di euro, anche se questa notizia va ancora accertata. La IAP sembra voler fare sul serio e ai signori evas... , politici ha chiesto i documenti catastali per verificare i pagamenti. Va da se che a questo punto ogni posizione politica, finalizzata a far saltare l'affidamento del servizio alla IAP diventa sospetta. A Maddaloni si è, infatti, verificata una vera e propria strage dei doveri fiscali e alcuni di questi politici, non solo non hanno pagato loro ma non hanno fatto pagare neppure amici e parenti. La riunione di ieri sera, giovedì, è terminata con la sottoscrizione di un documento, sottoscritto da tutti i capigruppo tranne che da Enrico Pisani, molto vago, in cui si fa riferimento ad un impegno comune e anche la formula dell'acqua calda e cioè che l'impresa IAP deve rispettare il contratto. G.G.