Cronaca Nera

IL CROLLO DEL PALAZZO di via Mazzocchi a S. MARIA C.V.: chiuse le indagini, 4 indagati. C'è anche l'imprenditore Cecoro

La struttura abitativa venne giù lo scorso 15 giugno SANTA MARIA CAPUA VETERE - Quattro avvisi di chiusura indagini preliminari a carico di altrettante persone, tra profession


La struttura abitativa venne giù lo scorso 15 giugno SANTA MARIA CAPUA VETERE - Quattro avvisi di chiusura indagini preliminari a carico di altrettante persone, tra professionisti, direttore dei lavori e amministratori di societa' di costruzioni, facente capo alla ditta Cecoro, quest'ultimo imprenditore di San Cipriano d'Aversa, trapiantato in Emilia, sono stati emessi da Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in relazione al crollo di un edificio avvenuto lo scorso 15 giugno scorso in via Mazzocchi, a Santa Maria Capua Vetere. CLICCA QUI PER LEGGERE I NOSTRI ARTICOLO 1 - CLICCA QUI PER LEGGERE I NOSTRI ARTICOLI 2. Si ipotizzano i reati di disastro colposo e omissione di controllo in materia di sicurezza. Il cedimento avvenne alle 6 del mattino e non provoco' vittime. Gli elementi raccolti durante le indagini preliminari - condotte dal commissariato di Santa Maria Capua Vetere, diretto dal primo dirigente Pasquale Trocino - hanno indotto il procuratore della Repubblica a chiedere controlli capillari e verifiche a campione in altri cantieri per evitare crolli.