Sport

DERBY, INTERVISTE: Ugolotti: "Bene il 4-3-3, peccato per..", Di Costanzo: "Non era gol". Lombardi: "Fare più punti possibili nelle ultime tre"

Le interviste del post gara tra Casertana ed Aversa Normanna Dopo il triplice fischio finale, che ha sancito il trionfo della Casertana sull'Aversa Normanna, in sala stampa, ne


Le interviste del post gara tra Casertana ed Aversa Normanna Dopo il triplice fischio finale, che ha sancito il trionfo della Casertana sull'Aversa Normanna, in sala stampa, nella pancia dell'Alberto Pinto, hanno parlato i protagonisti della sfida. In primis si è concesso ai microfoni il tecnico dei Falchetti, Guido Ugolotti, il quale ha lodato la squadra ed il suo spirito di sacrificio: "I ragazzi hanno dato tutto ed hanno eseguito tutto ciò che avevamo studiato in settimana. Bene il 4-3-3, ci ha dato grande solidità ed organizzazione". Ma c'è una pecca: "Dovevamo chiuderla, è stato un peccato". A nostra precisa domanda sull'ottima prestazione di Correa grazie al cambio tattico ha risposto: "Correa lo conoscete, è un regista. E' importante per noi. L'idea è di farlo giocare in quella posizione e di fargli dettare i tempi". Ma le lodi sono anche per gli altri mediani: "Lasciatemi sottolineare la prestazione di Cruciani e Marano, instancabili e fondamentali. Hanno pressato benissimo". Poi una chiosa su Baclet: "Ha fatto bene, ha segnato, anche se è stato fortunato, ma ha pressato tanto ed è quello che gli ho chiesto. L'importante è che dia sempre l'anima". Poi è stata la volta di Di Costanzo, un po' polemico con l'arbitro: "Mi dicono che la palla non era entrata. La Casertana ha meritato ma abbiamo perso per un non gol. Non mi è piaciuto il metro dittatoriale del direttore di gara". Però qualcosa da salvare c'è: "Abbiamo fatto bene nel secondo tempo, soprattutto perchè non abbiamo perso la testa". Dopo il tecnico granata arrivano due protagonisti del match: Francesco Marano e Alain Baclet. Il centrocampista: "Siamo molto soddisfatti, sono contento per i complimenti del mister. La squadra doveva restare alta, e lo abbiamo fatto. La borsite? E' fastidiosa, quando è finito l'effetto dell'antidolorifico sono dovuto uscire". L'attaccante invece si gode il primo gol al Pinto: "E' bello segnare quando c'è tanta gente, poi era il mio primo gol qui. Sono contento, era un derby quindi era importante vincere. Il mister mi ha chiesto di pressare e nel primo tempo ho dato tanto, dopo i primi 10 minuti del secondo tempo ero stanco". Infine, intervento a sorpresa del patron rossoblù Lombardi: "E' importante vincere i derby, sono l'anima di questo girone. Però ora pensiamo a Melfi e Chieti, che sono due sfide più importanti di questa in termini di classifica. E' importante fare più punti possibili prima della pausa perchè poi le nostre avversarie si rinforzeranno ed inizierà un nuovo campionato. Acquisti? Faremo qualche colpo ma non stravolgeremo la rosa. Siamo la seconda migliore difesa del campionato e sono contento, perchè in questo campionato vince chi non ne prende, no chi ne segna uno in più". Raffaele Cozzolino