Cronaca Nera

CASERTA - Caserta...ce e grazie a Dio è letta dagli uomini di buona volontà: INDAGATI i dirigenti Piscitelli e Biondi, più tre imprenditori per i 6x3

CASERTA - Tutti i nodi vengono al pettine. E per grazie di Dio e del Diritto molte inchieste portate avanti per mesi da Casertace stanno diventando, parallelamente, inchieste del


CASERTA - Tutti i nodi vengono al pettine. E per grazie di Dio e del Diritto molte inchieste portate avanti per mesi da Casertace stanno diventando, parallelamente, inchieste della Procura della Repubblica: due avvisi di garanzia ai dirigenti del Comune di Caserta, Gianmaria Piscitelli e Franco Biondi che, insieme a 3 imprenditori, pure loro indagati devono fronteggiare l'ipotesi di reato, anzi di reati di abuso d'ufficio e turbativa d'asta, in merito alla questione dei tabelloni 6x3, rispetto alla quale è disponibile un'ampia antologia di nostri articoli. L'inchiesta della procura è stata avviata in seguito alla denuncia fatta da una società di Santa Maria Capua Vetere. La gara d'appalto , inoltre dopo essere stata aggiudicata venne anche revocata dal dirigente poichè la società a cui venne affidata non aveva effettuato alcuni passaggi amministrativi che le erano stati richiesti e dunque, venne indetta la rescissione della Diaz S.r.l., nota società dell'imprenditore Michele Auricchio, del contratto confermata anche da una sentenza del TAR Campania dopo il ricorso dell'aggiudicataria G.G.