Cronaca Bianca

ESCLUSIVA CASERTA. Svolta per il parcheggio dell'ospedale: la giunta comunale ha approvato una variante al PRG. Più di 15 mila metri quadri saranno espropriati entro pochi mesi per...

L'assessora Caiazzo e il parcheggio dell'ospedale di Caserta

Si è scelta questa strada perchè l'AORN ha la necessità di costruire al più presto, con 8 milioni di euro, la nuova banca del sangue regionale e anche di allargare il...


CASERTA (g.g.) - 15mila 300 metri quadri di area da adibire a parcheggio come fascia di prosecuzione di quello attuale a disposizione dei dipendenti, tutto affacciato sulla strada che poi è la traversa che da via La Pira prosegue passando davanti al supermercato Politico, gestione direttamente pubblica, probabilmente da affidare alla nuova società in house che il comune di Caserta sta per costituire. Comunque senza alcuna possibilità di gestione privata.

Questa è la base fondamentale della delibera, approvata eni giorni scorsi dalla giunta, e che va a nostro avviso nella direzione giusta per risolvere con serietà e trasparenza il problema venutosi a creare dopo la chiusura del parcheggio tecnicamente criminale, gestito per anni e anni dalla cooperativa riferibile al signor Pipola, cioè al cugino dell'ex assessore all'urbanistica del comune di Caserta, Peppe Greco. Si tratta di una delibera che va a modificare il piano regolatore vigente. In pratica, una variante al PRG.

Una scelta delicata e particolarissima perchè avviene proprio nel periodo di definizione della struttura del nuovo PUC che, stando a quello che si dice e si propaga da accreditati ambienti vicini alla stessa giunta comunale potrebbe essere adottato entro la fine di novembre, massimo inizio di dicembre.

Chiaro che di fronte a una variante al PRG vigente, Casertace che in passato ha sempre assunto posizioni rigide, rigorose, ha voluto vederci chiaro. La fretta è giustificata dal fatto che l'azienda ospedaliera Sant'Anna e San Sebastiano preme sul comune perchè quest'opera possa vedere la luce al più presto e possa dunque consentire l'acquisizione da parte della citata azienda ospedaliera di un finanziamento di circa 8 milioni di euro che servirà alla costruzione di una nuova banca del sangue a livello regionale che assorbirà tutte le donazioni della province di Caserta, Benevento e Avellino.

Non solo, ma a quanto pare il dirigente dell'area tecnica dell'AORN Patitucci, insieme al neo direttore generale Ferrante avrebbero anche presentato una richiesta di finanziamento per allargare il padiglione del Pronto Soccorso. Interventi importanti, anzi fondamentali che necessiterebbero di un adeguato supporto infrastrutturale, partendo proprio dal nuovo parcheggio.

Su questa base, il comune di Caserta ha deciso di accelerare i tempi e di utilizzare il delicato strumento della variante al PRG. Nella delibera sono contenuti gli antidoti per eventuali operazioni speculative: le nuove strutture ospedaliere, cioè la banca del sangue e il pronto soccorso allargato non potranno avere spazi sottostanti utilizzabili come garages sotterranei, da concedere in gestione, magari a qualche privato sempre pronto a fare quello che ha sempre fatto. Parcheggiare nell'ospedale dovrà essere gratuito o al massimo verrà stabilita una tariffa di un euro al giorno, finalizzata da auto finanziare la gestine e la manutenzione della struttura, attraverso l'egida diretta del comune o come si è detto prima, attraverso la gesitone di una società in house.