Sport

VERSO IL DERBY - Brutte notizie per l'AVERSA. Ecco l'analisi nel dettaglio della squadra di Di Costanzo

Una buona ed una brutta notizia per la truppa di Nello Di Costanzo, che analizziamo nel dettaglio Nella prossima giornata di campionato la Casertana ospiterà l'Aversa Normanna


Una buona ed una brutta notizia per la truppa di Nello Di Costanzo, che analizziamo nel dettaglio Nella prossima giornata di campionato la Casertana ospiterà l'Aversa Normanna, per un attesissimo derby provinciale. Una partita che, al di là dei tre punti in palio, seppur importanti in termini di classifica, valgono l'orgoglio ed "il prestigio", come ha tenuto a precisare Nello Di Costanzo, tecnico dei Granata. Per l'Aversa arriva una buona ed una brutta notizia. Infatti, se l'attaccante Vicentin (autore di due reti in questa stagione) ha smentito in prima persona le voci di un suo possibile addio, la formazione normanna perderà  il difensore Rosario Di Girolamo, ex Treviso, per una squalifica di sei mesi indetta dalla Commissione Disciplinare. Una tegola per la squadra granata, dato che il giocatore aveva collezionato fin qui ben dieci presenze da titolare. AVERSA NORMANNA - Tatticamente l'Aversa è sempre disposta con una difesa a quattro, per poi essere molto camaleontica dalla cintola in su. Di fatti, molto spesso, Di Costanzo ha un modulo di partenza che prevede tre centrocampisti e tre punte. Questi sei giocatori si possono piazzare con un classico 4-3-3 o con un più moderno 4-2-3-1, garantendo, in ambo i casi, qualità e quantità. Osservato speciale sarà sicuramente Giorgio Di Vicino, talentuoso giocatore ex Campobasso, più volte vicino alla Casertana, ed in grado di cambiare il volto della partita con una sola giocata. Gli intoccabili di formazione sono il portiere Bernardino D'Agostino, il difensore Pasquale Porcaro, i centrocampisti Felice Prevete e Christian Suarino e, soprattutto, l'attaccante (e bomber di squadra con cinque reti) Luca Orlando, il quale è sempre partito titolare in questo campionato. Da tenere d'occhio, anche i giovani Luigi Djibo, Luigi Del Prete, Roberto De Rosa, Michele Villanova e l'ex di giornata: Alfredo Varsi, uno dei protagonisti della passata stagione della Casertana. LA STAGIONE - L'ambizione del club del patron Giovanni Spezzaferri è stata chiara fin dall'inizio: lottare per entrare tra le prime otto, e quindi conquistare un posto nella prossima Serie C a girone unico. La partenza non è stata delle migliori, ma poi il vento, in parte, è cambiato, grazie ad un cambio tecnico apparso urgente e necessario. L'arrivo di Nello Di Costanzo, con il conseguente allontanamento di Franco Fabiano, ha riportato l'Aversa alla vittoria, ed a totalizzare 19 punti in dodici partite. Un cammino non eccezionale, anzi a dirla tutta piuttosto altalenante, ma che in un campionato così competitivo, e con una classifica così corta, mantiene la squadra normanna in piena corsa per il proprio obiettivo. Basti pensare che con i loro venti punti i Normanni, sono nella stessa posizione della Casertana (seppur con una partita in più). Alti e bassi, così potremo definire questa prima parte di stagione granata. Basti pensare che il numero di vittorie (sei) è uguale a quello delle sconfitte e che solo in due occasioni le partite dell'Aversa sono finite in pareggio. Mai in trasferta. Ed è proprio fuori casa che la Normanna fa più fatica, dove ha collezionato solo due vittorie, in cinque partite. A fronte di tre sconfitte. Un altro dato, non proprio confortante, sono le reti segnate in trasferta, solo tre. In pratica il terzo peggior attacco del girone, avanti solo a Gavorrano (2) e Martina Franca (1). E se a rincuorare è che due di queste tre segnature hanno fruttato i due trionfi esterni, è da sottolineare come in tre sconfitte su quattro gli uomini di Di Costanzo non siano mai riusciti a gonfiare la rete. RISULTATI AVERSA NORMANNA Aversa Normanna - Teramo 0-0; Melfi - Aversa Normanna 1-0 (esonero di Franco Fabiano, guida tecnica a Nello Di Costanzo); Aversa Normanna - Castel Rigone 4-1; Ischia Isolaverde - Aversa Normanna 0-1; Aversa Normanna - Sorrento 2-4; Aversa Normanna - Messina 1-0; Chieti - Aversa Normanna 1-0; Aversa Normanna - Nuova Cosenza 1-3; Tuttocuoio 1957 - Aversa Normanna 3-0; Aversa Normanna - Poggibonsi 2-1; Arzanese - Aversa Normanna 0-1; Aversa Normanna - Vigor Lamezia 2-0; Aprilia - Aversa Normanna 3-1; Aversa Normanna - Martina Franca 0-0. STATISTICHE Posizione in classifica: 7; Punti: 20; Vittorie: 6 (4 in casa; 2 in trasferta); Pareggi: 2 (2 in casa; 0 in trasferta); Sconfitte: 6 (2 in casa; 4 in trasferta); Gol fatti: 15 (12 in casa; 3 in trasferta); Gol subiti: 17 (9 in casa; 8 in trasferta). FORMAZIONE PORTIERI - Bernardino D'Agostino ('93), Alessio Salese ('96). DIFENSORI - Rosario Di Girolamo ('84), Vittorio Nocerino ('92), Dario Balzano ('92), Francesco Esposito ('95), Silvio Miraglia ('94), Pasquale Porcaro ('88), Luigi B, Djibo ('94), Luigi Del Prete ('94). CENTROCAMPISTI - Vincenzo Gatto ('92), Felice Prevete ('87), Christian Suarino ('90), Roberto De Rosa ('94), Giovanni Romano ('96), Michele Villanova ('93), Antonio Esposito ('90). ATTACCANTI - Giorgio Di Vicino ('80), Luca Orlando ('90), Jesus Sebastian Vicentin ('83), Alfredo Varsi ('94), Eugenio D'Ursi ('95), Diego Castaldi ('96), Kevin Tulimieri ('92), Salvatore Galizia ('79). MARCATORI (gol fatti) Luca Orlando: 5; Giorgio Di Vicino: 2; Jesus Sebastian Vicentin: 2; Salvatore Galizia: 2; Pasquale Porcaro: 2; Christian Suarino: 1; Michele Villanova: 1. Raffaele Cozzolino