Politica

CASERTA- Il "tocco" della Capacchione: il certificato penale e casellario giudiziario per tutti gli eletti in PD

La prima riunione e le foto della nuova Commissione di garanzia, presieduta dalla senatrice   CASERTA - “Un segnale positivo e importante per garantire trasparenza negli or


La prima riunione e le foto della nuova Commissione di garanzia, presieduta dalla senatrice   CASERTA - “Un segnale positivo e importante per garantire trasparenza negli organismi di Partito e rispetto delle regole”. Raffaele Vitale, segretario provinciale del Pd, interviene così sulla delibera della Commissione di garanzia che ha accettato di certificare e vidimare l’anagrafe degli iscritti e il casellario giudiziario di eletti e nominati. Proposta dalla senatrice Rosaria Capacchione, presidente dell’organismo di garanzia provinciale, la delibera ha ottenuto ieri il via libera all’unanimità dei componenti. Entro il 30 Dicembre prossimo, dunque, ogni eletto o nominato negli organismi di rappresentanza istituzionale o di Partito, dovrà presentare e rendere pubblico il proprio casellario giudiziario e i carichi pendenti. La decisione riguarda i parlamentari, i consiglieri (regionali, provinciali e comunali), gli assessori, i sindaci, i dirigenti e i presidenti di consorzi ed enti pubblici del partito Democratico casertano oltre ai componenti di Assemblee (provinciali e locali), Direzione e singole commissioni di partito. “Un’anagrafe completa- la definisce Vitale- in grado di garantire il rispetto del nostro patto di legalità con i cittadini”. Il provvedimento chiama in causa anche i Circoli per i quali è previsto che ogni segretario garantisca la propria platee di iscritti e tesserati con una vidimazione ufficiale. In caso contrario, sarà necessaria una nota di segnalazione. Vitale sostiene ancora: “Il primo atto formale della Commissione provinciale inaugura una nuova stagione per il Partito Democratico casertano. Basta con dichiarazioni di facciata: La trasparenza e il rispetto delle leggi saranno da oggi ancor più elemento fondante del modo di essere e di fare politica del nostro Partito”