Sport

BASKET. Montegranaro-JUVE CASERTA 77-94, i ragazzi di Molin tornano al successo..

E' lo spettacolo a farla da padrone a Porto San Giorgio. Caserta vince di diciassette grazie a degli ottimi Mordente, Brooks e Michelori e al ritorno ad alti livelli di Roberts ed


E' lo spettacolo a farla da padrone a Porto San Giorgio. Caserta vince di diciassette grazie a degli ottimi Mordente, Brooks e Michelori e al ritorno ad alti livelli di Roberts ed Hannah. Sotto gli occhi dei circa trenta tifosi casertani giunti a Porto San Giorgio, la Pasta Reggia Caserta cerca di uscire dalla crisi e rilanciarsi nel campionato di Lega A con un quintetto che vede Mordente in campo dall’ inizio invece di Vitali.

Cameron Moore apre le danze con una tripla dall’ angolo a cui  segue un parziale di 7-0 a favore dei padroni di casa, la partita è velocissima e le difese molto allegre e così a guadagnarne è lo spettacolo e la Juve che riesce a riportarsi a contatto con due triple di Hannah, pur soffrendo molto a rimbalzo. Le sofferenze a rimbalzo portano Skeen a subire molti falli e ad andare spesso in lunetta, Montegranaro raggiunge il +7 di vantaggio sul 20-13, ma la Juve con alcune ottime difese si riporta sul -1 prima di tornare a -3 e poi chiudere il primo quarto sul 26-24 per i padroni di casa.

L’ avvio di secondo quarto è caratterizzato da un 6-0 di parziale che porta la Juve a prendere un vantaggio di quattro punti grazie a tre palle rubate ed altri e tanti contropiedi di Michelori, Roberts e Vitali. La schiacciata di Roberts sembra sbloccarlo mentalmente, infatti, mette a segno un canestro da tre punti ed esegue varie scorribande vincenti in post basso. Dall’ altra parte sono Sakic e Cinciarini a ricucire lo strappo che aveva portato Caserta anche sul +8. All’ intervallo Montegranaro 44 Caserta 49.

Caserta apre il penultimo quarto di gioco con i botti, portandosi sul +12 grazie ad un grandissimo Jeff Brooks  e a percentuali da tre che i bianconeri non vedevano da qualche tempo, ma dall’altra parte Sakic è l’anima dell’8-0 di parziale che riporta la squadra di coach Recalcati a contatto fino al -4. Marco Mordente, autore di una partita di quelle che aveva fatto vedere l’anno scorso al pubblico del PalaMaggiò, interrompe il parziale marchigiano con un fortunoso canestro, ma Sakic continua ad illudere una Montegranaro che paga eccessivamente le brutte prestazioni del playmaker Mayo e di Collins. Per tutto il terzo quarto si assiste ad un oscillare dello scarto sempre al di sotto della doppia cifra con la Sutor che si riporta anche ad un solo possesso di svantaggio, ma, ogni qual volta si avvicinano, Caserta ha la capacità di rimetterli a distanza grazie ad un Hannah finalmente solido, un Mordente lucido ed ordinato, all’atletismo di Jeff Brooks  e al gioco spalle al canestro di Michelori, che però nel secondo tempo è anche condizionato dai falli.

L’ultimo quarto si apre con la Pasta Reggia avanti solamente di 2 pt sul 70-68, ma in un amen il punteggio si porta sul 77-70 e qui praticamente la Sutor esce mentalmente dalla partita e per la squadra di Molin basta l’ordinaria amministrazione per portare a casa il successo. Con orgoglio Cinciarini prova a caricarsi sulle spalle la squadra, ma, latitando le invenzioni di Mayo ed essendo , in questa fase, Caserta molto presente al rimbalzo offensivo, per Mordente e compagni è facile mantenere a distanza gli avversari, Recalcati prova anche a mettere in campo la difesa a zona per rilanciare i suoi, ma è tutto inutile. Nel finale si assiste ad un po’ di nervosismo, quando Brooks dopo una schiacciata rimane attaccato al ferro e cadendo poi urta Daniele Cinciarini in modo involontario che lo fa ricadere male sul parquet. Il finale è di 94-77 per la Pasta Reggia. Montegranaro nel finale si è arresa ed ha concesso a Caserta di portarla a casa con uno scarto di 17 pt che potrebbe pagare nel caso in cui dovessero contare gli scontri diretti. Da segnalare una buona prova di Carleton Scott e quella un po’ meno positiva del centro Moore.

SUTOR MONTEGRANARO – PASTA REGGIA CASERTA 77 – 94 (26-24, 44-49, 68-70) Sutor: Cinciarini 21, Sakic 14, Mayo 10, Tessitore, Rossi ne, Lauwers 5, Campani 2, Mazzola, Mitrovic, Skeen 14, Collins 11, Quaglia ne. Allenatore: Recalcati Pasta Reggia: Mordente 16, Marzaioli ne, Vitali 6, Tommassini Michelori 16,Brooks 14, Moore 5, Hannah 17, Roberts 10, Scott 10. Allenatore: Molin

Emanuele Terracciano