Politica

ESCLUSIVA DELL'ULTIMORA - CASTEL VOLTURNO, Eugenio Fiorentino lascia Luise e aderisce al Nuovo Centrodestra di Giancotti e Parente

Anche l'ex assessore Ccd Alessandro Catalano, Peppe Daria, Giovanni Arpino e Nicola Mazzarella hanno deciso di stare con i "romaniani" di Massimiliano Ive   CASTEL VOLTU


Anche l'ex assessore Ccd Alessandro Catalano, Peppe Daria, Giovanni Arpino e Nicola Mazzarella hanno deciso di stare con i "romaniani" di Massimiliano Ive   CASTEL VOLTURNO - Possiamo definirla come un'esclusiva dell'ultima ora di Casertace. Direte voi, di cosa si tratta. Ebbene, nel mentre Forza Italia a Castel Volturno riscalda i motori, dopo il convegno azzurro al Crown Plaza, Domenico Giancotti, nominato responsabile del Nuovo Centrodestra di Paolo Romano, coadiuvato dal ragionere Giovanni Parente è riuscito a trascinare dalla sua parte un nutrito gruppo di esponenti politici, tra i quali l'ex candidato a sindaco del Pdl,  nonchè medico generico in pensione Eugenio Fiorentino.  Si tratta di un vero e proprio colpo, visto che quest'ultimo fino ad alcune settimane fa si era reso disponibile ad una candidatura per il centrodestra e faceva parte dell'orbita del coordinamento politico azzurro di Sergio Luise. Oltre al dott. Fiorentino hanno già aderito al Nuovo Centrodestra, il geometra Nicola Mazzarella, l'ex consigliere comunale Giovanni Arpino, Giuseppe Daria, ma soprattutto l'ex assessore Alessandro Catalano di estrazione ex CCD. Il gruppo di Giancotti e Parente, a Castel Volturno  può quindi già contare su alcuni soggetti politici che provengono, appunto, sia da Forza Italia, sia dal vecchio partito di Casini, rappresentato in loco, alcuni anni fa, da Giacomo Napoletano. Giacomo Napoletano, ripetiamo, per il momento è ancora dato in quota Forza Italia e vicino a Sergio Luise. Nel contempo anche Giancotti, stasera, sabato ha precisato: "Non ci saranno divergenze e liti con Forza Italia. A Castel Volturno sia quelli del Nuovo Centrodestra, sia gli azzurri di Luise provengono dalla stessa famiglia politica e abbiamo vissuto tutti le stesse esperienze".