Cronaca Bianca

MARCIANISE - Gli studenti del Quercia mettono in atto una "occupazione bianca": "Non stiamo protestando per saltare le lezioni. Crediamo davvero nelle nostre ragioni e le faremo valere"

Vani sono stati i tentativi del dirigente scolastico Diamante Marotta di attuare una forma di "cogestione", che è stata respinta a gran voce dal collettivo studentesco   &


Vani sono stati i tentativi del dirigente scolastico Diamante Marotta di attuare una forma di "cogestione", che è stata respinta a gran voce dal collettivo studentesco     MARCIANISE - Dopo un anno e qualche giorno, gli studenti del Liceo Scientifico e Classico ''F.Quercia''  ritornano ad occupare l'istituto. Molti i motivi alla base della protesta: gli studenti vogliono una reale forma di democrazia nelle scuole, vogliono una scuola gratuita dove vengono dati libri in comodato d'uso, dove è gratuita l'iscrizione scolastica. Inoltre gli studenti del Quercia vogliono dire "Basta!" ai roghi tossici  e agli sversamenti illegali di  rifiuti tossici nel territorio, sensibilizzando il territorio marcianisano. Vani sono stati i tentativi del dirigente scolastico Diamante Marotta di attuare una forma di "cogestione" la quale è stata respinta a gran voce dal collettivo studentesco dato che non è una vera e propria forma di protesta. La forma di protesta attuata dagli studenti é un' "occupazione bianca" ovvero tutti coloro che lavorano e studiano nell'istituto vi hanno libero accesso in modo che nessuno venga privato del diritto al lavoro e all'istruzione. In tanti, ritengono che il comportamento degli studenti sia stato attuato solo per evitare le lezioni, questo non è affatto vero, gli occupanti credono davvero nei propri ideali e per questo occuperanno fin quando non saranno ascoltati.