Politica

MONDRAGONE - Schiappa tradisce Berlusconi. Ora si farà la conta dei suoi

Come sono lontani i giorni della manifestazione pro Silvio.... Piazza pronto a partecipare al meeting di Forza Italia, al Crown Plaza. La maggioranza che sostiene il sindaco tenta


Come sono lontani i giorni della manifestazione pro Silvio.... Piazza pronto a partecipare al meeting di Forza Italia, al Crown Plaza. La maggioranza che sostiene il sindaco tenta di giustificare il ribaltone col Pd. Fulmini e tempeste in arrivo ai piedi del Petrino   di Massimiliano Ive MONDRAGONE - Silvio o non Silvio, Alfano o non Alfano, Paolo Romano o non Paolo Romano, ribaltone con l'amico Cennami o tutti a casa, perdendo la poltrona di sindaco. Ecco i drammi di Schiappa e dei consiglieri di maggioranza che dopo l'era del Pdl devono decidere se restare fedeli a Forza Italia o passare nel Nuovo Centrodestra di Romano, il quale mediante l'operazione Davidde, ha consentito al primo cittadino di evitare un prematuro scioglimento per sfiducia del consiglio comunale. In questi giorni, forse anche per giustificare il ribaltone mondragonese con il Pd, la fascia tricolore avrebbe lasciato intendere, in consiglio provinciale, di verificare l'opzione politica dello schieramento di Alfano, che ha deciso di sostenere il governo delle Larghe Intese romano. Se domani, giovedì, alle ore 12.00 presso l'hotel Europa il sindaco Schiappa deciderà di aderire al progetto di Paolo Romano e Pasquale De Lucia, allora nello scenario politico locale i consiglieri del Pdl fedeli al primo cittadino e lo stesso coordinatore del Pdl, Miraglia dovranno decidere con chi stare. Sappiamo per certo che il consigliere Giuseppe Piazza parteciperà al meeting del Crown Plaza organizzato per sabato da Forza Italia. Come è lontano quel dì di agosto, quando il sindaco Schiappa, assieme al suo coordinatore cittadino Miraglia, manifestarono con la Carfagna per Zio Silvio libero. Vi mostriamo le foto dell'epoca..., che suscitarono scalpore e commenti critici soprattutto per l'alleanza con il Pd. Oggi che Zio Silvio ha detto no al governo delle larghe intese e si è posto in "quadratura", Schiappa si trova in difficoltà a giustificare il ribaltone mondragonese avallato da Romano e da Davidde, pertanto forse sta valutando la piena adesione al gruppo di Romano che, in ogni caso gli ha consentito di governare. Ma siamo sicuri poi che tutti i consiglieri ex Pdl aderiranno a questo progetto? Pertubazioni e temporali in vista in casa centro destra a Mondragone, quindi. A noi non resta che rammentare i versi di una canzone napoletana dedicata al forse amore finito tra Berlusconi e Schiappa: "T'aggio vuluto bene a te! Tu mm'hê vuluto bene a me! Mo nun ce amammo chiu!".