Cronaca Nera

ESCLUSIVA CASTEL VOLTURNO - Impiegato pubblico strozzato da coppia di usurai. Scarcerata anche la moglie di Cacialli

Furono arrestati lo scorso 5 giugno dai carabinieri di Pinetamare. Il marito fu liberato il 25 settembre scorso. Le istanze presentate dall'avvocato Letizia al giudice De Chiara


Furono arrestati lo scorso 5 giugno dai carabinieri di Pinetamare. Il marito fu liberato il 25 settembre scorso. Le istanze presentate dall'avvocato Letizia al giudice De Chiara CASTEL VOLTURNO - Era stata arrestata lo scorso mese di giugno, assieme al marito, in quanto accusata di usura, violenze e lesioni a pubblico ufficiale. Stiamo scrivendo della 69enne Fernanda Conte, la quale stamane, martedì, mediante la decisione del  giudice De Chiara, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, è stata scarcerata. La donna, residente a Pinetamare di Castel Volturno, difesa dall'avvocato Nando Letizia, era stata sottoposta alla misura cautelare dei domiciliari. Oggi, a seguito di un'istanza presentata dall'avvocato di fiducia, dopo poco più di 5 mesi è riuscita ad ottenere la revoca dei domiciliari. Il marito, il 70enne Gennaro Cacialli, fu scarcerato lo scorso 25 settembre a seguito di un'altra istanza presentata dall'avvocato Letizia. Entrambi, come ricorderanno i lettori di Casertace, furono colti in flagranza di reato dai carabinieri della stazione di Pinetamare, nel mentre tentavano di "strozzare" un impiegato pubblico di Castel Volturno. A fronte di vari prestiti, dall'ammontare di 12000 euro, concessi nell'aprile del 2012, la coppia ottenne quale corrispettivo 5000 euro quali interessi. Fu presentata dalla vittima una querela e nel contempo la moglie dell'impiegato pubblico strozzato dalla coppia, tentò anche il suicidio con l'assunzione di farmaci. Furono, poi i medici della Clinica Pineta Grande a salvare la donna. Max Ive