Cronaca Nera

RECALE - Guerra a colpi di volantini provocatori, anche durante la giornata contro la violenza sulle donne. L'assessore Porfidia: "Non bisognava sporcare un momento così delicato"

In una scatola, ogni cittadino ha potuto lasciare in maniera anonima un pensiero sulle donne, tuttavia pare che a fine giornata all'interno della scatola sia stato rinvenuto anche


In una scatola, ogni cittadino ha potuto lasciare in maniera anonima un pensiero sulle donne, tuttavia pare che a fine giornata all'interno della scatola sia stato rinvenuto anche il volantino giallo che tanto ha fatto discutere   RECALE - Molte e spiacevoli peripezie stanno costellando l'amministrazione comunale di Recale. Tutto parte verso la metà di novembre con dei volantini di colore giallo da parte dell'opposizione di Raffele Porfidia che riportano alcuni punti denigranti nei confronti dell'amministrazione "targata Vestini". La maggioranza viene accusata di non aver realizzato il collegamento stradale tra via Carducci e via D'Annunzio; di essere stata condannata al pagamento di 1.000,00 per aver erroneamente affidato i servizi di centro assistenza fiscale ad un CAF privo di requisiti necessari e altro. Andati su tutte le furie il sindaco e la maggioranza avevano replicato con un ulteriore volantino di ben quattro pagine con difesa e ulteriori attacchi  intitolato " Il bue dice cornuto all'asino". Ieri giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il paese si è attivato rispondendo in modo positivo alle varie iniziative proposte dal Forum Giovani. In una scatola ogni cittadino ha potuto lasciare in maniera anonima un pensiero sulle donne, tuttavia pare che a fine giornata  all'interno della scatola sia stato rinvenuto anche il famoso volantino giallo. L'assessore delegato alle politiche giovanili Raffaele Porfidia infuriato ha risposto così : "Vergogna, avete compiuto un vero e proprio atto vandalico, non bisognava sporcare una giornata così delicata- ha concluso infuriato l'assessore- avete dimostrato che il lavoro di questo gruppo vi infastidisce e con la menzogna state provando a spaccarlo" . A replicare l'omonimo Raffaele Porfidia appartenente alla minoranza:" Il volantino non c'entra nulla con la giornata delle donne, non sanno dove appigliarsi e cercano strategie strumentali".   Anna Salzillo