Cronaca Bianca

ESCLUSIVA - Poker, fiches e anche fumate di narghilé. ECCO IL VIDEO DELLE SERATE DI Don Cavallé e dei Legionari nel Villaggio dei Ragazzi di MADDALONI

Istruzioni per l'uso: travisate le facce dei privati cittadini, massima trasparenza sull'utilizzo di stanze di proprietà della Fondazione, finanziata con danaro pubblico MADDALO


Istruzioni per l'uso: travisate le facce dei privati cittadini, massima trasparenza sull'utilizzo di stanze di proprietà della Fondazione, finanziata con danaro pubblico MADDALONI - Se la scena breve di questo video si fosse svolta in un'abitazione privata, per esempio nella casa barcellonese di don Miguel Cavallé, mai ci saremmo permessi di pubblicarla, dato che, pur trattandosi di un personaggio noto, che si relaziona all'utilizzo del danaro pubblico, quello che il personaggio stesso fa nella sua casa privata sarebbe stato assolutamente inviolabile. Ma siccome questa scena si è consumata in una stanza, in un appartamento di proprietà della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, partecipata da enti di diritto pubblico e, soprattutto, finanziata lautamente con i soldi dei cittadini, ci permettiamo senza remore di farvi vedere come questi ambienti venivano utilizzati dai loro ospiti pro - tempore, capito bene? Pro - tempore. In poche parole, quello che fa il Presidente della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, si chiami esso Don Cavallé, Carlo Magno, Genoveffa o Pinco Pal, è giusto che diventi oggetto di sindacato ispettivo. E siccome i Legionari di Cristo gli ispettori non li mandano, siccome il comune di Maddaloni dorme sonni profondi, siccome la regione Campania che scuce due o tre milioni di euro all'anno non sembra fregarsene un tubo, nonostante le dieci puntate della nostra inchiesta, corredato da documenti inoppugnabili, al limite del definitivo, allora ci deve pensare CasertaCe. Chiaramente, abbiamo travisato le facce dei personaggi non appartenenti al novero dei dirigenti della Fondazione, dato che la presenza di questi estranei non è significativa in funzione di quello che vogliamo dire e comunicare pubblicando questo video. Carte da gioco, fiches, e anche qualche goliardica narghilé (stiamo parlando della tipica pipa turca) in un luogo che la regola dei Legionari di Cristo pretende che sia dedicato alla riflessione, alla preghiera e al riposo. Magari è capitato solo una volta, e dunque non si tratta di "more solito". Ma il documento audio - visivo c'è ed esiste come testimonianza dell'utilizzo di un territorio,  in cui si esplica un'attività finanziata dalla res publica. Dunque, è cosa buona e giusta pubblicare questo video. Gianluigi Guarino