Cronaca Bianca

AVERSA - Al via la stagione concertistica de “La Parente in Musica”

Domani, venerdì 22 novembre, si terrà il primo concerto della rassegna  AVERSA - Si aprirà domani la stagione concertistica de “La Parente in Musica”. Il primo con


Domani, venerdì 22 novembre, si terrà il primo concerto della rassegna  AVERSA - Si aprirà domani la stagione concertistica de “La Parente in Musica”. Il primo concerto, che avrà inizio alle ore 18 presso l'auditorium dell'istituto Comprensivo Parente, sarà  dedicato alle percussioni con ospite il maestro Sandro Verlingieri. Gli appuntamenti previsti dal programma saranno 21. I concerti saranno eseguiti da novembre al 31 maggio, con 18 lezioni concerto. Saranno coinvolti 25 musicisti, 1 liutaio, 50 allievi delle classi di strumento musicale, 120 allievi dell'istituto che andranno a formare il coro, 6 docenti interni, 2 di educazione musicale e 4 di strumento musicale. La rassegna musicale, che si presenta come prima in Italia ed unica nel suo genere, costituisce un'occasione  di grande partecipazione  della comunità cittadina. In questa stagione concertistica sono rappresentati i risultati ottenuti durante il ciclo delle lezioni. La  rassegna è nata dopo aver riscontrato l'entusiasmo con cui la città normanna  ha partecipato alle occasioni in cui la scuola ha dato la possibilità  di prendere parte a rappresentazioni di questo tipo, in cui è possibile constatare il valore  della scuola e del suo ruolo didattico. L'amministrazione comunale ha favorito l'iniziativa concedendo il patrocinio alla stagione concertistica.  Il primo cittadino di Aversa, infatti, ha affermato : "Nella Città di Cimarosa, Iommelli ed Andreozzi questa importante iniziativa ha raccolto immediatamente il nostro consenso. Già con Maggio mese della solidarietà e con la festa del 4 Novembre i maestri ed i piccoli allievi della Parente hanno offerto a tutta la Città la loro musica. Dobbiamo continuare su questo passo e la sfida che ci attende, come Amministrazione Comunale, è quella di creare ulteriori opportunità a questi ragazzi che amano la musica. Dobbiamo completare la filiera ‘musicale’ e scolastica presente in Città. Accanto alla scuola media ed al liceo  ad indirizzo musicale dobbiamo porre in essere tutte le azioni necessarie per fare in modo che chi ama la musica e vuole studiarla non debba necessariamente andare fuori provincia”.   Speranza  Cardillo