Cronaca Bianca

SESSA AURUNCA - Trasporto degli alunni disabili targato Capriglione: dubbi, molti dubbi, sul bando di gara

L'amministrazione comunale applica requisiti semoventi.  I requisiti richiesti dalla delibera di giunta sono differenti da quelli richiesti dal dirigente delegato   SESSA


L'amministrazione comunale applica requisiti semoventi.  I requisiti richiesti dalla delibera di giunta sono differenti da quelli richiesti dal dirigente delegato   SESSA AURUNCA - Dubbi sull’affidamento del servizio trasporto scolastico per gli alunni diversamente abili nel comune di Sessa Aurunca. Con delibera n 180 del 21 ottobre 2013 la Giunta Tommasino, presente l’assessore ai servizi sociali Enzo Fasulo, ha votato una delibera di indirizzo per poter affidare il servizio per l’anno scolastico 2013/2014 a favore di ben 7 alunni. Nelle linee di indirizzo individuata, a cui il responsabile del settore dei servizi al pubblico si doveva, obbligatoriamente, attenere nella redazione degli atti di gara vi sono, solo i seguenti requisiti. Nella delibera si legge che “ La durata del servizio è riferita all’anno scolastico 2013/2014 e che l’aggiudicazione deve essere fatta con il criterio del prezzo più basso da determinare mediante ribasso sull’importo posto a base d’asta secondo quanto disposto dall’art 82 del D. Lgs n. 163/2006". E' da premettere che fino allo scorso anno, con proroghe annuali sempre rinnovate, il servizio è stato affidato al Consorzio Nestore gestito, come tutti sanno, dall' ormai conosciutissimo Pasquale Capriglione. La premessa è dovuta perché per questo affidamento il responsabile del settore ha inviato, a cooperative della zona, una lettera di invito a partecipare ad una procedura negoziata. Non si capisce perché, o forse non si vuole capire, come mai nell’invito a partecipare i requisiti richiesti dalla delibera di giunta suindicata sono differenti da quelli richiesti dal Responsabile. In effetti si legge nella lettera di invito che i requisiti di aggiudicazione sono in parte eguali alla delibera di Giunta ma, guarda un po’, sono stati inseriti anche dei requisiti per la partecipazione alla gara. Tra questi spiccano: A) l’iscrizione alla Camera di Commercio per l’attività richiesta nel bando (ed è normalissimo); B) l’Attestazione di iscrizione all’Albo Regionale dei soggetti abilitati, autorizzati e/o accreditati a partecipare al sistema integrato di interventi e servizi sociali per l’area di intervento “Persone con disabilità”, da allegare in copia pena l’esclusione (attestato non obbligatorio); C) Che abbiano effettuato, nell’arco dell’ultimo triennio, almeno un servizio trasporto disabili o trasporto alunni diversamente abili; D) Che abbiano un fatturato globale  ( anno 2010_2012) pari o superiore al valore complessivo dell’appalto. Ci vien da dire riguardo i punti C e D? Ma se il servizio è stato affidato negli ultimi anni, in regime di prorogatio, sempre alla stessa ditta come può avere i requisiti un’altra ditta? E poi se la Giunta Comunale ha stabilito che l’aggiudicazione del servizio venisse fatta con criterio del “prezzo più basso” come mai sono stati inseriti altri requisiti?