Sport

LEGA PRO, Il punto sul campionato. L'AVERSA conquista uno storico tris, cambio al vertice

Mai prima di quest'anno, i granata avevano conquistato tre successi consecutivi tra i professionisti: la vittoria con la Vigor Lamezia vale l'aggancio alla Casertana. Il Cosenza,


Mai prima di quest'anno, i granata avevano conquistato tre successi consecutivi tra i professionisti: la vittoria con la Vigor Lamezia vale l'aggancio alla Casertana. Il Cosenza, bloccato in casa, superato dal Teramo

Il turno eccezionalmente in programma di sabato, regala un primato di squadra. E' quello dell'Aversa Normanna che, battendo 2-0 la Vigor Lamezia, conquista per la prima volta nella sua storia tre successi di fila tra i professionisti, raggiungendo proprio i calabresi e la Casertana al quarto posto ad un solo punto dal podio. Priva degli squalificati Esposito e Di Girolamo e del non ancora del tutto recuperato Gatto, la formazione di Di Costanzo spicca il volo nel secondo tempo grazie alle rete di Vicentin e Villanova. L'euforia in casa normanna è più che giustificata.

Cambio al vertice con il Teramo che batte l'Aprilia 3-1 in una partita che vedeva confrontarsi il miglior attacco (il Teramo) e la peggior difesa (l'Aprilia) e che ribadisce entrambi i primati. Vivarini, due stagioni sulla panchina laziale, ringrazia Bernardo, Sasso e Di Paolantonio. A fare le spese del sorpasso abruzzese il Cosenza che conferma qualche problemino in casa, dove ha conquistato meno punti (12) che in trasferta (13). 0-0 il finale contro un Chieti che si conferma squadra ostica da affrontare. Ora Teramo e Cosenza hanno staccato la concorrenza (rispettivamente +6 e +5 sulla terza) e presumibilmente saranno loro a giocarsi la vittoria del campionato. A completare il podio il Tuttocuoio, che contro il Poggibonsi approfitta del fattore campo per liquidare il Poggibonsi, nonostante le squalifiche di Checchi e Pupeschi. I ragazzi di Alvini proseguono nel periodo positivo che li ha visti conquistare 16 punti nelle ultime 7 partite, confermandosi una delle formazioni più in forma del campionato.

Pareggio ricco di goal (2-2) a Messina dove era di scena il Melfi cui il calendario ora riserva  un doppio turno in casa (con Arzanese prima e Casertana poi) per provare a spiccare il volo verso zone più alte.

Pareggio invece anche in Martina-Ischia (1-1), in una partita condizionata dal maltempo. Al vantaggio immediato di Mora per gli isolani, ha risposto Gai a metà ripresa. Reti bianche anche in Castel Rigone-Gavorrano, mentre in extremis il Foggia batte 3-2 il Sorrento, alla terza sconfitta consecutiva, grazie al goal di Venitucci.

Redazione sportiva