Cronaca Nera

S.MARIA C.V. LE INTERCETTAZIONI CON IL SINDACO DI MURO. Roberto Pirro 'si sparava' le pose. Andava in chat con Bassolino e dava appuntamenti ad Andrea Cozzolino nel 'mitico' bar Morico

In calce all'articolo il testo integrale di entrambe le conversazioni


SANTA MARIA CAPUA VETERE - (g.g.)  Se si ha la pazienza di leggere con attenzione anche quelle parti dell'ordinanza sulla
scandalosa gestione dei servizi sociali nel comune di Santa Maria Capua Vetere e all'interno dell'ambito intercomunale C8, si capisce chiaramente che l'approdo di Roberto Pirro a capo del sistema non fu un'idea estemporanea, ma fu frutto di una strategia, di un'azione premeditata, forse già prima delle eelzioni comunali che sancirono, nel giugno 2011, la vittoria di Biagio Di Muro e il ritorno, che fu vissuto, evidentemente come una rivincita storica, di un componente della famiglia Di Muro a capo della città del foro.

L'atto che fa partire la procedura, in comando dalla Regione Campania, viene firmato dal sindaco il 26 settembre di quell'anno, cioè subito dopo la ripresa successiva all'estate e quindi, fondamentalmente, nei primi giorni di governo effettivo di Biagio Di Muro.

E allora non si può non considerare plausibile l'idea che il ritorno in auge dei Di Muro e il riconsolidamento del loro potere, doveva basarsi su un controllo ferreo di un settore, quello dei servizi sociali che aveva rappresentato lo storico serbatoio dei consensi che fecero di Nicola Di Muro, papà di Biagio, non solo il dominus della politica cittadina, ma anche uno dei due o tre padroni della democrazia cristiana casertana degli anni 70 e 80.

Probabilmente però Roberto Pirro fu una scelta sbagliata. Perchè se è vero com'è vero che era fortmente ammanigliato grazie alla sua esperienza pluriennale in Regione Campania, è anche vero che si mostrò subito molto attaccato al soldo e soprattutto desideroso di far guadagnare tanti quattrini alle due persone a cui era legato sentimentalmente, cioè a Nicola D'Auria e a Nicola Santoro. Ciò lo portò a strafare, ad esporsi e, per quanto riguarda la nostra esperienza giornalistica, ci risultò subito evidente il fatto di trovarci di fronte a un soggetto poco racomandabile, al punto che gli prestammo lunghe e "premurose" cure, che rappresentarono anche l'inizio dell'attenzione giudiziaria nei suoi confronti.

Roberto Pirro non è mai stato uno a cui piaceva navigare dietro le quinte, gli piaceva la ribalta. E di questo ci si accorge anche da una delle due conversazioni, da noi scelte per la pubblicazione in calce a questo articolo, tra lui e il sindaco Biagio Di Muro. Pirro, come si suol dire, "si spara la posa" con il sindaco dicendo che la sera prima era stato in chat con l'ex governatore Antonio Bassolino, il quale evidentemente loc conosceva dai tempi della Regione. Era il giorno in cui in città doveva arrivare Andrea Cozzolino, divenuto qualche mese prima parlamentare europeo. Manco a dirlo Pirro e Di Muro gli danno appuntamento al bar Morico di piazza Bovio, giusto per completare, aggiungiamo noi, il paesaggio all'interno di un locale in cui Morico è scomparso esattamente come è scomparso dalla
gestione del grande panificio, chiuso diversi mesi fa, dopo il coinvolgimento dell'imprenditore grazzanisano trapiantato a Santa Maria, dopo la lunga inchiesta giudiziaria si rapporti tra lui e il clan dei Casalesi.

Nella seconda conversazione si parla del trasferimento di un ufficio in località Sant'Andrea. Anche qui al Pirro piace dire al telefono che è uno che ha le conoscenze giuste. Cita il nome di una dirigente ministeriale. C'è la difficoltà peraltro superabile, come gli dice il sindaco Di Muro, di un'autorizzazione che avrebbe dovuto allora rilasciare il dirigente dell'ufficio tecnico Di Tommaso rimasto impigliato con Di Muro nell'inchiesta dda sulla tangentopoli sammaritana.

Un'ultima annotazione su una frase di Pirro: riguarda proprio i progetti Home Care Premium: "Me li tengo blindati nell'ufficio di piano." Per quanto riguarda i soldi che Pirro guadagnava e che evidentemente non gli astavano, erano tanti. E' riuscito a conservare la posizione organizzativa che aveva già in Regione grazie anche agli atti di un docilissimo Laurenza, in procinto di andare in pensione, gli vengono dati altri 9 mila euro all'anno, per l'assunzione del coordinamento dell'ufficio di piano, nell'ambito di procedure disutibilissime con il comando prima prorogato in modo da far maturare i tempi per un'assunzione indeterminata con il famoso concorso taroccato del 2014.

 

 

QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLE INTERCETTAZIONI

Significativa ad esempio la conversazione telefonica che si riporta di seguito, intercorsa tra il Pirro e il Di Muro, nel corso della quale il Pirro, nel raccontare di aver incontrato un suo ex formatore (Antonio D’Amore) che rivestiva il ruolo di Presidente regionale della associazione “Libera” e di aver saputo da questi dell’inoltro alla citata Associazione di un esposto anonimo sul suo conto, riferiva al Di MIRO di aver detto all’amico che gli avrebbe spiegato di persona le regioni del suo trasferimento dalla Regione al Comune, anticipandogli che aveva accettato il trasferimento perché conosceva il Sindaco di S. Maria C.V. riservandosi di spiegare di persona bene le ragioni.

Rit 1304/2014

Progressivo n°: 7555 Data : 10/02/2015 Ora : 11:14:36 Durata : 0:00:52
Numero monitorato: 39XXXX24 - Soggetto monitorato: DI MURO Biagio Maria
Verso Chiamata: IN
Numero chiamato/ante: +3XXXX91 - Soggetto chiamato/ante: PIRRO Roberto
Biagio DI MURO (B.D.) chiama Roberto PIRRO (R.P.)

B.D.: Roberto.....
R.P.: Pronto....
B.D.: Roberto...
R:P.: We Biagio scusa.... ho problemi con il telefono... non riesco a ricevere le telefonate...
B.D.: Non ti preocupare...senti alle 13.30 viene COZZOLINO al bar "MORICO" a Piazza Bovio...
R.P.: Ahhh ... siiii..... Andrea COZZOLINO....viene...?
B.D.: Andrea COZZOLINO...
R.P.: Ahhh... perfetto... io proprio l'altra sera ero in chat con BASSOLINO... e parlavamo....(ride)...Va bè ja... allora alle 13.30 quindi....
B.D.:è.... vieni tu e porta un paio di persone se ci stanno...
R.P.. Va bene non ti preoccupare...
B.D.: Okey...ciao ciao...


Progressivo n°: 10313 Data : 04/03/2015 Ora : 16:17:13 Durata : 0:08:14
Numero monitorato: 3XXXX24 - Soggetto monitorato: DI MURO Biagio Maria
Verso Chiamata: OUT
Numero chiamato/ante: +39XXXX97 - Soggetto chiamato/ante: Carmela FUSCO 3XXXX97
Biagio DI MURO (B.D.) chiama Carmela Fusco la quale, dopo una conversazione non utile, passa
il telefono a Roberto PIRRO:
…omissis…
R.P.:...no...ti volevo dire solo un'informazione...ieri io sono stato a Nisida...
B.D.:...ah...
R.P.:...dove ovviamente io conoscevo un sacco di operatori dell'area napoletana e quant'altro poi alla fine sono diventato anche relatore...insomma questo è il punto meno importante perché ho incontrato un mio ex formatore...Antonio D'AMORE che attualmente è il presidente regionale di "Libera" (Associazione nome e numeri contro le mafie)...
B.D.:...si..si...
R.P.:...e praticamente quando mi ha visto ha detto Robè..che fine hai fatto...la buonanima...etc..etc...tieni presente che lui è un mio amico attualmente...mi conosce...ha frequentato casa mia etc..etc..lui è di Marigliano...e praticamente dice io quella lettera che mi è arrivato l'ho stracciata...ho detto Antonio ma io non ti ho spedito niente...no ha detto quella anonima che è venuta contro di te...dove praticamente è arrivata una lettera anonima dove dice che il coordinatore dell’Ambito C8 è colluso...insomma tutta questa serie di cose...
B.D.:..ah..ah..ah..ah..ah....
R.P.:...ma vero...guarda ma ieri ho passato una mattinata...quello mi ha dato la più brutta notizia...ha detto Robè tu forse non ti rendi conto ma il fatto che tu sia stato un operatore regionale...hai lavorato per il terzo settore tu sei conosciuto da tutte le parti...ha detto purtroppo questa cosa avviene...ma io chiaramente la lettera, visto che non era firmata, l'ho strappata perché poi ti conosco etc..etc..ma tu hai capito niente Biagio?...Pronto?...
B.D.:...e stavo pensando...
R.P.:...e si..no nel senso che io sono entrato nell'occhio del ciclone quindi c'è stato veramente un periodo in cui mi volevano abbattere...secondo me...
B.D.:...e si..si..si...
R.P.:...e non so se questa cosa non succederà ancora...madonna mia!...
B.D.:...e ma ormai, secondo me, si sono acquietati...
R.P.:...eh, speriamo Bià...no ma poi per dire...faceva Antonio...perché poi non conosce tutti i termini...la situazione...hai detto ma poi tu, dalla regione campania, ti vai a trasferire da un comune e chiaro che poi ti trovi in questa situazione...va bè Antò poi noi ci andiamo a fare una pizza e ti spiego...perché sono nel comune...ho detto mica sono andato così...sono andato perché è un sindaco che io conosco...sono di Santa Maria...ho detto va bè poi ti spiego...lui si è messo...lui rideva perché chiaramente...ha detto Robè ma io l’ho strappata...ha detto ma io lo so che tu i viaggi te li sei sempre andati a fare...perché noi abbiamo fatto delle grosse litigate quando io al pioppo mi prendevo anche tre settimane di ferie perché, bello e buono, perché andavo in Siria, in Medio Oriente...che ne sò i viaggi...ha detto tu hai sempre fatto questo...quindi a me non mi meraviglia che tu sei andato da una parte...ho detto Antonio poi ci sentiamo...
B.D.:...a quindi gli hanno mandato quel coso che tu eri...inc..là..
R.P.:...e si..che mi facevo pagare i viaggi e che c'era collusione con le gare...ho detto guarda Antò su questo mi deve venire sempre la Procura a rispondere...perché ho detto noi agiamo nei termini e nella trasparenza assoluta...quindi poi voglio dire questo è il problema e poi quello che non si firma che persona è...chi è?...Chi è che ci stà dietro a quella cosa?...va bene...
B.D.:...va bò...senti ma che state a fare...
R.P.:...no stiamo lavorando Biagio...stiamo lavorando perché qua "Home care premium" praticamente io me lo sono tutto accentrato nell'ufficio di Piano e faccio trapassare poco le cose fuori...per cui abbiamo da lavorare...ah, Biagio senti...ti volevo dire questo...dobbiamo fare la riunione con DI TOMMASO...perché io ho avuto una fortuna, non devo andare a Roma per questa cosa...
B.D.:...già ho fatto...ci ho parlato questa mattina con DI TOMMASO...
R.P.:...e no...no..ci devi parlare...
B.D.:...ha fatto la relazione...ah..se ha fatto la relazione tanto di guadagnato...però...
R.P.:...e abbiamo pensato di farla...dimmi...dimmi...
B.D.:...no di farla a via Degli Orti, là dietro?...
R.P.:...no a Sant’Andrea secondo me conviene di più...
B.D.:...ok...allora...no ti dico subito perché dobbiamo essere celeri,...perché io ho la fortuna che nell’autorità di gestione ci stà Paola SABADIN che è una ex dirigente delle Regione Campania che a me mi conosce bene...per cui io l’ho telefonata ed ho detto Paola se è il caso che io debba venire a Roma se no dimmi se te lo posso dire telefonicamente ed abbiamo parlato...
R.P.:...eh...
B.D.:...ha detto guarda Roberto, in via del tutto eccezionale nel giro di una decina di giorni, chiedetemi l'autorizzazione al ricambio però ditemi già quale è la sede e mandatemi già la delibera dei lavori esecutivi della spesa per metterla in funzione...
R.P.:...bravo!...
B.D.:...eh...quindi voglio dire io ho già avuto l'ok su questa cosa...
R.P.:..meno male ah....
B.D.:...e mi ha detto lei...Roberto in via eccezionale facciamo questa cosa perché non vogliamo essere...ma io ti dovrei tagliare la quota su Santa Maria Capua Vetere...ho detto no, non mi tagliare proprio niente....
R.P.:...ah..ah..non tengo niente...eh...
B.D.:...e quindi abbiamo risolto questa cosa e lo risolta telefonicamente però mò a DI TOMMASO io lo devo inchiodare...
R.P.:...già è venuto questa mattina e mi ha fatto la relazione...mi ha detto che aveva preparato e mi ha chiesto dove spostarla...
B.D.:...ora non ci...ah ecco ti ha detto anche dove spostarla...però dobbiamo fare la stessa..
R.P.:...mi ha chiesto di individuare dove spostare questa cosa...
B.D.:...no l'individuazione e non solo però loro contestualmente, per dare l'autorizzazione alla variazione...
R.P.:...dobbiamo fare tutte cose ià...ho capito!.....
B.D.:...dobbiamo fare tutte cose....va bene..ok...poi vado a parlare io con lui...va bene?...
R.P.:...poi tu mi dovevi dire qualcosa?....
B.D.:...no...e...
R.P.:...va be...ci siamo detti tutto...no è che io ormai stò...
B.D.:...ma la stai facendo mangiare a Carmela?...
R.P.:...no Carmela non ha mangiato...Carmela ora odierà anche te perché sta cercando di sbloccarmi da un'ora...va bene allora Biagio ci sentiamo?...
B.D.:...va bò...io mo sto andando al comune...
R.P.:...un abbraccio eh...
B.D.:...ciao...
R.P.:...ciao..ciao...