Politica

Casimiro alla corte di re Pio: incredibile ma vero. L'uomo che si è intestato Settembre al borgo nuovo capo della Leuciana. Qui ci scappa il Nobel

In calce all'articolo la delibera n°143 di approvazione della proposta  progettuale "XV Leuciana Summer Festival". Ma Lieto non sarà un semplice direttore artistico, ma curator


In calce all'articolo la delibera n°143 di approvazione della proposta  progettuale "XV Leuciana Summer Festival". Ma Lieto non sarà un semplice direttore artistico, ma curatore scientifico. Ecco chi entrerà nel comitato formato dai più vividi intelletti di Caserta La foto-vignetta di Emilio Caterino nella kermesse del premio Nobel CASERTA - Ma che meraviglia, ci sono persone impermeabili ad ogni tipo di burrasca. Prendete questo Casimiro Lieto. Ieri abbiamo scritto che l'amministrazione provinciale si prepara a fare un bando e, dunque, una selzione pubblica per la nomina del nuovo direttore artistico di Settembre al borgo. Scelte assolutamente doverosa in considerazione di come Lieto ha speso i soldi in questi anni, nel modo in cui abbiamo raccontato nell'estate scorsa in almeno 5 articoli fondati su inoppugnabili documenti in cui si cosglieva la vena a dir poco, ma veramente a dir poco sprecona di Lieto. Non ne parliamo poi della vicenda del marchio e dell'iniziativa che solo grazie a Casertace è diventata di dominio pubblico, di deposita re il brand di Settembre al borgo a proprio nome, come se Settembre al borgo fosse un'invenzione di Casimiro Lieto. Chiusa la parentesi all'amministrazione provinciale, uno è portato a pensare che una persona la quale ha intestato a suo nome la proprietà intellettuale e, a quel punto anche materiale della rassegna culturale più antica di questa provincia, sia tenuto a debita distanza, e invece no. Il comune di Caserta, e chi se no, lo ha nominato con una delibera di questi giorni, non direttore artistico, ma molto di più, curatore scientifico della Leuciana, che  non sarà più una rassegna di concertini, ma una alata rassegna di altissimo profilo accademico. Roba che non si vedeva dai tempi dei simposi organizzati nella sua Erice dal professor Zichichi. Per l'occasione, subito dopo la nomina, il professor Casimiro Lieto pare abbia nominato un vero e proprio sinedrio di geni così formati: sindaco Pio Del Gaudio, presidente, dottoressa Donatella Cagnazzo, che negli ultimi tempi sembra lei e non Morelli la presidente di Confindustria di Caserta (tirata in ballo non contestualmente al nostro racconto? Non è così, eventualmente ci dedicheremo un articolo ad hoc), nello stesso comitato scientifico l'assessore alla Vignarella, Pasquale Napoletano. E infine l'assessore alle attività produttive Emilio Algida Caterino. Pare che la manifestazione sia tenuta sottocchio dall'Accademia reale delle scienze di Stoccolma e per noi sarebbe un sogno vedere indossare a Emilio Algida Caterino il frack di ordinanza per quando sarà insignito del premio più importante e più desiderato del mondo. Gianluigi Guarino CLICCA QUI PER LEGGERE LA DELIBERA