Cronaca Nera

CASERTA - Per marzo lo sgombero totale di Ferrandelle. Zinzi: "Nuova dignità al territorio"

La Gisec S.p.A., la società provinciale competente nel processo di ciclo integrato dei rifiuti, sta per completare lo svuotamento del sito di stoccaggio di Ferrandelle, previsto


La Gisec S.p.A., la società provinciale competente nel processo di ciclo integrato dei rifiuti, sta per completare lo svuotamento del sito di stoccaggio di Ferrandelle, previsto per il mese di marzo 2014. 

COMUNICATO STAMPA  - La Gisec SpA, società provinciale che si occupa del ciclo integrato dei rifiuti, sta proseguendo a ritmi serrati l’attività di svuotamento del sito di stoccaggio di Ferrandelle, ricadente nel Comune di Santa Maria La Fossa.

Ad oggi sono state portate via dal sito ben 250mila tonnellate di rifiuti (15 le piazzole svuotate) e, secondo i calcoli della Gisec, l’area sarà completamente liberata nel mese di marzo 2014, quando le 4 piazzole ancora esistenti verranno sgomberate.

Negli anni scorsi nel sito di stoccaggio di Ferrandelle sono state sversate decine di migliaia di tonnellate di spazzatura proveniente in gran parte dalle altre province campane. Dal marzo 2012 la Gisec ha iniziato l’opera di svuotamento del sito che si completerà nel giro di 4 mesi.

“Stiamo proseguendo senza esitazioni – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – nell’attività di svuotamento di Ferrandelle, seguendo un programma di recupero ambientale che mira a restituire dignità ad un territorio che per troppi anni ha dovuto subire decisioni gravemente penalizzanti, frutto dell’incapacità di gestire e di programmare da parte di altri territori. La bonifica e la salvaguardia dell’ambiente restano le assolute priorità per la mia Amministrazione”.

Alla luce di queste nuove e positive evoluzioni del processo di svuotamento di Ferrandelle, il Presidente Zinzi ha rinnovato l’auspicio che la magistratura possa autorizzare l’ingresso dei giornalisti presso il sito di stoccaggio di Santa Maria La Fossa per “testimoniare – ha concluso Zinzi – il gran lavoro svolto in questi ultimi anni dalla Provincia sul fronte della bonifica e del recupero ambientale”.