Politica

ESCLUSIVA MADDALONI - Massaro, Mataluna e Magliocca nella stanza del sindaco De Lucia. L'Udc chiede un altro assessore. Ma mette così, in pericolo la poltrona di Giacomo Lombardi

L'incontro si è svolto stamattina, lunedì. Il partito di Zinzi cerca altri spazi di governo per compensare le fibrillazioni interne, collegate anche al caso Lutri MADDALONI -


L'incontro si è svolto stamattina, lunedì. Il partito di Zinzi cerca altri spazi di governo per compensare le fibrillazioni interne, collegate anche al caso Lutri MADDALONI - Risulta arduo pensare che la visita, fatta stamattina, lunedì, dal segretario cittadino dell'Udc, Salvatore Mataluna, dal capogruppo dello stesso partito in consiglio comunale Massaro e dall'altro consigliere Magliocca abbia affrontato i temi della metafisica o i grandi orizzonti dello sviluppo territoriale e del riscatto della città. Piuttosto, è molto probabile che il motivo della visita abbia riguardato una certa inquietudine mostrata da settimane dall'Udc locale, afflitto da problemi interni, che vorrebbe risolvere chiedendo e ottenendo un secondo assessore. Ammesso e non concesso, infatti, che questa amministrazione passi indenne la data del 5 dicembre, giorno fissato per l'udienza e per la decisione del Tar sul ricorso relativo all'ormai notissima questione delle firme, c'è un'altra data che potrebbe far fibrillare prima l'Udc e poi la maggioranza. Il 19 dicembre, infatti è fissata l'udienza sul ricorso presentato dal candidato dell'Udc Lutri, il quale, in verità con molte ragioni, contesta i verbali di attribuzione delle preferenze, che l'hanno privato dell'elezione proprio a vantaggio di Massaro. Uno spazio nuovo in giunta potrebbe appianare il problema, consentendo allo stesso Massaro il ristoro, non da poco, di una poltrona di assessore. Ma la richiesta appare un po' velleitaria, dato che le altre forze della maggioranza reagirebbero immediatamente. Il Pdl e l'Udc hanno raccolto, infatti, alle ultime elezioni amministrative in linea di massima gli stessi voti. Il Pdl esprime il sindaco e un assessore, l'Udc il presidente del Consiglio comunale, poltrona su cui siede Giacomo Lombardi e un assessore. Un secondo componente in giunta indurrebbe, gioco forza, le altre componenti della maggioranza a mettere in discussione proprio la poltrona di Lombardi. G.G.