Cronaca Nera

CASTEL VOLTURNO - Raffica di arresti per detenzione e spaccio di droga

Operazioni effettuate dai Carabinieri della stazione di Carinola e di Castel Volturno     CASTEL VOLTURNO - In località Pinetamare, ss domitiana km 30, i Carabinie


Operazioni effettuate dai Carabinieri della stazione di Carinola e di Castel Volturno     CASTEL VOLTURNO - In località Pinetamare, ss domitiana km 30, i Carabinieri della stazione di Carinola hanno arrestato il pregiudicato tanzano Ally Isihaka, 57 anni, domiciliato in Giuliano in Campania, resosi responsabile del reato di spaccio di sostanza stupefacente. Nella circostanza i militari dell’Arma, a termine  di un attività di osservazione, hanno bloccato il predetto dopo che aveva ceduto ad un tossicodipendente del luogo,4 grammi eroina. La perquisizione personale ha consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro anche la somma contante di 385 euro, verosimile provento dell’attività illecita. L’arrestato, invece, è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.     CASTEL VOLTURNO - In via Domitiana, al km 25, i militari della locale stazione carabinieri, unitamente quelli c.i.o. 6° battaglione “toscana” e ai militari dell’Esercito Italiano del Raggruppamento Campania del 3° Reggimento Artiglieria Terrestre da Montagna, hanno arrestato il cittadino nigeriano, irregolare sul territorio nazionale, Aly Suleymani, 27 anni, resosi responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma, nel corso di un normale controllo per identificazione, a seguito di perquisizione personale, hanno rinvenuto e posto sotto sequestro 6 grammi di eroina, suddivisa in 22 dosi e 2,2 grammi di cocaina, suddivisa in 7 dosi. Lo  stupefacente è stato sottoposto a sequestro mentre l’arrestato è stato ricoverato presso la clinica Pineta Grande di Castel Volturno, in stato di osservazione poiché, a seguito dei primi accertamenti radiografici, è emerso che lo stesso, all’interno del tratto intestinale, ritiene piccoli corpi estranei, verosimilmente costituenti sostanza stupefacente.