Politica

S.MARIA C.V - Ormai è Salzillo il dominus della politica e degli affari. Soldi ai campi Iacp e per i capannoni Dhi. E il Pd della legalità che dice?

Questo spericolato tentativo di raccolta delle firme, destinato a fallire già in partenza, a una cosa, però è servito: a capire chi comanda veramente a S.Maria Capua Vetere. Og


Questo spericolato tentativo di raccolta delle firme, destinato a fallire già in partenza, a una cosa, però è servito: a capire chi comanda veramente a S.Maria Capua Vetere. Oggi il governo della città è nelle mani di un super indagato per camorra S.MARIA C.V- Avviso ai naviganti: nessuno si stupisca di quello che capiterà nei giorni prossimi. I tre consiglieri de I Sammaritani, dopo essersi accorti della riappacificazione solida tra il sindaco Biagio Di Muro e il padre Nicola Di Muro, santificata dalla nomina di Angelina Cuccaro, hanno cercato di mandare a casa il sindaco. Ora, vedrete che ritorneranno all'ovile. E neanche si può dire che questo barbato, questo De Lucia e questo Omero Simone rappresentino il massimo della riprovazione. In effetti loro non sono altro come il 95% dei politici e come i 95% dei cittadini di S.Maria C.V, pensano alla pagnotta dalla mattina alla sera, politicamente parlando, si intende. Già nelle prossime ore se ne saprà qualcosa in più. Ma questo tentativo disperato posto in essere dal Pdl e che Casertace aveva giudicato morto sin dalla mattinata in cui si erano svolti i primi movimenti, è stato utile almeno a una cosa: a capire quale è il ruolo cruciale, decisivo che Alfonso Salzillo, indagato con pesantissimi sospetti per camorra, svolge nella politica locale. Non vogliamo tirarla per le lunge. Ma Alfonso Salzillo è stato al fianco del sindaco Biagio Di Muro in ogni secondo del pomeriggio  della raccolta delle firme, ed è stato un elemento decisivo per respingere l'attacco. In poche parole, Salzillo, oggi, è il dominus della politica sammaritana. Uno che, durante questi 2 anni e mezzo, ha consolidato la sua forza economica, costruendo due campi di calcetto al fianco del campo sportivo del rione Iacp, dove il come gli fa gestire da anni, non si sa con quale canone concessorio o di locazione, l'impianto che ospita l'attività giovanile della scuola calcio del Gladiator, per le quali le famiglie pagano fior di quattrini. Ora, anche due campi di calcetto costruiti ex novo, non si sa precisamente né come né quando, dove per giocare si paga.  Secondo: Salzillo ospita nel suo capannone di via Galatina tutti i mezzi della Dhi che, dunque, pagano a lui e a chi per lui questo servizio, riteniamo per svariate migliaia di euro al mese. E' inutile ripubblicare, per l'ennesima volta, gli stralci dell'ordinanza in cui la Dda non dimostra certo la colpevolezza di Salzillo, ma che evidenziano sue frequentazione a dir poco inquietanti. Ormai di Biagio Di Muro è inutile pure parlarne. Ma questo Pd, il Pd dell'avvocato Giuseppe Stellato, di Camilla Sgambato, della pasionaria della legalità Pina Picierno, questo Pd che dà man forte ed è parte integrante della maggioranza Di Muro Salzillo, cosa dice? Non dice nulla. Perché il Pd è il partito più ipocrita e farisaico che ha calcato la terra italica, campana e casertana, dal 1861 ad oggi. G.G.