Politica

AVERSA - Ecco il piano di Sagliocco per "papparsi" anche la commissione urbanistica

Nell'ultimo consiglio comunale, quello durato un quarto d'ora, i consiglieri fedeli al sindaco con la complicità del presidente Stabile, hanno fatto mancare il numero legale, imp


Nell'ultimo consiglio comunale, quello durato un quarto d'ora, i consiglieri fedeli al sindaco con la complicità del presidente Stabile, hanno fatto mancare il numero legale, impedendo la sostituzione di Morra nelle due commissioni che ha lasciato. E la cosa non è stata certo casuale. AVERSA - Non in molti hanno fatto caso che nell'ultimo consiglio comunale, quello in cui Sagliocco e i suoi consiglieri hanno fatto il dispettuccio ai dissidenti, facendolo durare solo un quarto d'ora e impedendo, sostanzialmente, la discussione sulla questione movida, l'ultima azione dei consiglieri di maggioranza è stata quella di lasciare l'aula proprio mentre si doveva votare il nome del loro collega, che dovrà sostituire il dimissionario Morra nelle commissioni consiliari Affari Sociali e urbanistiche. Eppure, non ci sarebbe dovuto registrare alcun problema, dato che, al posto di Morra, in consiglio comunale è entrato un altro esponente di Sel e cioè Pandolfi. Sarebbe bastato eleggerlo in tutte e due le commissioni e lasciare che i componenti di quella all'urbanistica, votassero, a loro volta, Pandolfi alla presidenza, lasciata libera da Morra. E invece no. Stranamente, il presidente del consiglio comunale Peppe Stabile è stato velocissimo a chiamare il numero legale. Tutto ciò fa capire che si è trattato di un atto premeditato. Sagliocco punta, evidentemente, a mettere una persona di sua fiducia alla presidenza della commissione urbanistica. Vorrebbe tentare con Salvino Cella, che tra i 24 consiglieri comunali è diventato, incredibilmente, il più fedele al sindaco, cioè alla stessa persona a cui dette filo da torcere alle elezioni amministrative. Se l'operazione non dovesse riuscire e Pandolfi essere rieletto, l'obiettivo è farlo astenere e, provocando un pareggio, determinare l'avvento di Paolo Santulli alla presidenza della commissione, che oggi diventa cruciale in vista del PUC. Quello che non dovrà mai succedere per il sindaco è, invece, che uno tra Michele Galluccio o Bisceglia conquisti quella presidenza. Lavori in corso. G.G.