Sport

LEGA A BEKO - Caserta con Milano per restare tra le grandi. Tutto sulla terza giornata del massimo campionato italiano di basket

La terza giornata di Lega A vedrà le tre leader della classifica impegnati in sfide avvincenti: Caserta con Milano in casa, Bologna a Siena e Roma ad Avellino. Le prime due


La terza giornata di Lega A vedrà le tre leader della classifica impegnati in sfide avvincenti: Caserta con Milano in casa, Bologna a Siena e Roma ad Avellino. Le prime due giornate del campionato di Lega A Beko hanno già dato delle informazioni su di quello che si preannunciava uno dei campionati più incerti della storia recente del basket italiano. Tre squadre al comando a punteggio pieno: Caserta, Bologna e Roma. Un gruppone di squadre a due punti, che comprende anche nomi importanti come la Dinamo Sassari dei cugini Diener,  i sette volte campioni della Mens Sana Siena, la nuova Cantù di coach Sacripanti, l’ EA7 di coach Banchi e la Cimberio Varese. E tre squadre a chiudere la classifica a quota zero: Pistoia, Cremona e Montegranaro. Per la Pasta Reggia Caserta è già tempo di esami, infatti, dopo la sbornia della spettacolare vittoria contro Venezia e la partita vinta, dopo un supplementare, sul campo dei rivali pesaresi, a Pezza delle noci arriva la corazzata Milano: sfida che riporta alla mente dei supporters casertani più attempati ricordi dolcissimi, ma che alla nuova Juve Caserta ha regalato gioie e dispiaceri in ugual misura. Per Milano questa è l’ ennesima stagione in cui non può sbagliare, ma è anche la stagione dell’ ennesima rivoluzione nel roster ma soprattutto nella panchina. Il che ha già prodotto in sede di mercato un cambiamento di mentalità, lasciando i grandi nomi fuori dal suo taccuino e puntando su giocatori affamati e motivati. Il perno, nonché il capitano di questa squadra, è un cognome molto caro ai tifosi casertani: Alessandro Gentile, figlio minore di Nando e protagonista di un grande EuroBasket in Slovenia che lo ha catapultato dal ruolo di promessa a quello di certezza del basket italiano. L’ Olimpia potrà contare anche sul fisico di Samuels, il talento di Langford e l' esperienza e la difesa di Moss, oltre all’ energia dell’ eroe della partita di Eurolega contro lo Zalgaris: Niccolò Melli. I ragazzi di coach Molin presentano sicuramente meno esperienza e blasone ma hanno per due volte di fila dato vita alla giocata della settimana e stanno sorprendendo tutti gli appassionati italiani di pallacanestro. L’ atletismo di Roberts, la difesa di Brooks, la qualità di Vitali e l’ esperienza di capitan Mordente e Michelori potranno mettere in difficoltà i meneghini, mentre le difficoltà principali per Caserta potranno venire dalla vertigine e dalla difficoltà nel gestire i finali punto a punto. Sassari è una delle big a quota due punti. Dopo la sconfitta di Bologna e la sonora batosta rifilata a Cantù, Diener e compagni ospiteranno la neo promossa Pistoia, che ha tutta l'aria di essere la perfetta vittima sacrificale di una squadra, che dopo la delusione degli scorsi playoff, ha deciso di rivedere un po' il suo gioco inserendo un centro di tutto rispetto come Linton Johnson per non essere più costretta a giocare troppo sul perimetro ed avere così più opzioni offensive. Coach Sacchetti quest’ anno ha a disposizione una panchina molto più profonda e soprattutto una riserva del calibro di Marques Green, play ex Avellino e Milano, ingaggiato prima del clamoroso rinnovo di Travis Diener. La Tesi Group Pistoia non si è ambientata immediatamente nel massimo campionato, anche a causa di un calendario poco agevole che l'ha portata prima a Cantù e poi ad ospitare Avellino, reduce dalla sconfitta interna contro Pesaro. Gibson e compagni rischiano di trovarsi a zero punti dopo tre giornate e quindi a dover scalare una vera e propria montagna verso la salvezza. La dominatrice della scorsa regular season, la Cimberio Varese, viene da un mercato non eclatante e da un ridimensionamento economico. Domenica ha perso il derby contro Milano, cosa che i tifosi non hanno per niente gradito e quindi nella sfida interna contro la Reyer dovranno conquistare la vittoria per non complicarsi ulteriormente questo avvio di stagione. Venezia viene da un avvio altalenante: dopo la sconfitta di 19 pt ottenuta a Caserta ha debuttato davanti al pubblico amico con un secco 102-68 su Montegranaro (che di certo non è stata un avversario irresistibile). Ora i ragazzi di Mazzon dovranno cercare continuità di risultati e dimostrare che lo scivolone di Caserta è stato solo frutto di una giornata storta vincendo in un palazzetto caldo come il Pala Whirpool di Varese. I dieci punti rifilati alla neo promossa Pistoia avevano reso bellissimo il ritorno di coach Sacripanti sulla panchina della sua Cantù, ma la sconfitta di Sassari ha riportato sulla terra i brianzoli i quali devono fare i conti anch'essi con la crisi economica che comunque non gli ha impedito di costruire una buona squadra e di trattenere protagonisti importanti della passata stagione come Raglan ed Aradori e di puntare su giovani italiani come Stefano Gentile. A Pesaro, Cantù deve vincere per tenere il passo delle prime e non perdere contatto da subito, Pesaro d’ altro canto è partita bene, vincendo ad Avellino e perdendo all’ over time con Caserta, e vuole cercare di conquistare più vantaggio possibile in chiave salvezza sulle tre di coda. Bologna dopo il campionato pessimo dell’ anno scorso, in cui si era praticamente ridotta a puntare solo ed esclusivamente al premio per l’ utilizzo degli italiani, è ripartita in questo campionato con il piede giusto grazie al talento di Hardy e al ritorno agli stranieri. Domenica la Granarolo avrà un test importante in casa della Montepaschi Siena, che forse realmente per la prima volta sembra una squadra normale il cui unico nome di spicco è quello di Daniel Hackett. Anche la terza capolista: la Virtus Roma, ha un impegno non semplice sul campo di Avellino. E' poco relistico credere in un possibile revival della scorsa stagione in casa Acea, ma, in questo avvio di stagione, Goss e compagni non stanno facendo rimpiangere Datome. Avellino è la solita squadra ricca di talento ma altalenante di risultati vista negli anni precedenti. Il ritorno di coach Vitucci e le conferme importanti di Dean e Lakovic sono  punti fissi da cui ripartire per la Scandone. A chiudere la giornata le sfide tra Brindisi e Cremona e Montegranaro e ReggioEmilia. Emanuele Terracciano