Cronaca Bianca

ESCLUSIVA CASTEL VOLTURNO - A guidare il commissariato di polizia sarà un vice questore aggiunto donna: il suo nome Carmela D'Amore

Non è ancora ufficiale, ma dalle notizie raccolte il trasferimento in città è quasi sicuro. Proviene dal commissariato di Arenella del capoluogo partenopeo.  di Massimilian


Non è ancora ufficiale, ma dalle notizie raccolte il trasferimento in città è quasi sicuro. Proviene dal commissariato di Arenella del capoluogo partenopeo.  di Massimiliano Ive   CASTEL VOLTURNO - Con ogni probabilità ed in base alle indiscrezioni, pardon alle voci che si susseguono in città stamattina, domenica, a sostituire il vice questore aggiunto Della Cioppa al commissariato di Castel Volturno sarà una donna. Sì avete letto bene, in quanto, in base a ciò che abbiamo appreso stamane, per la prima volta nella storia di Castel Volturno, e in un contesto territoriale difficilissimo dal punto di vista politico, sociale e dell'ordine pubblico, il locale commissariato di polizia, dislocato nella frazione del Villaggio Coppola sarà quasi sicuramente diretto, appunto, da un commissario donna che ha diligentemente e professionalmente gestito quello del quartiere Arenella nel capoluogo partenopeo. Il suo nome è Carmela D'Amore. Spulciando tra le cronache dei quotidiani napoletani siamo riusciti anche a conoscere in parte l'attività svolta dal probabile e futuro commissario di Castel Volturno: lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti, indagini a 360 gradi sulla micro e macro criminalità, ma la storia che ha contraddistinto particolarmente la carriera del vicequestore aggiunto D'Amore è la morte di Patrizio, bambino di 4 anni deceduto nella sezione D della scuola "Sabatino Minucci", situata in via Bernardo Cavallino, al Vomero, avvenuta per un boccone di mozzarella non ingerito e che avrebbe provocato il soffocamento. La dott.ssa D'Amore dovrebbe insediarsi, domani, lunedì. Noi di Casertace non possiamo che augurare un buon lavoro al nuovo commissario di Castel Volturno e già da ora riteniamo che con le particolari doti professionali che contraddistinguono il curriculum vitae della dott.ssa D'Amore e la fermezza, nonchè la sensibilità per le cose che ci circondano, virtù che contraddistinguono l'animo femminile, la sua sarà una gestione esemplare nonchè un esempio per tutti e per per tutte. Castel Volturno ha bisogno, infatti, di esempi positi, quelli negativi lasciamoli al passato.