Cronaca Bianca

AVERSA - Se via Atellana è una "merda", corso Europa è già la vergogna della città in quanto porta principale per il tribunale. La polemica di Marino

Si accende il confronto, tutto sommato positivo, sull'emendamento presentato dai sei consiglieri dissidenti e che ormai sono con un piede fuori dalla maggioranza. Il loro collega


Si accende il confronto, tutto sommato positivo, sull'emendamento presentato dai sei consiglieri dissidenti e che ormai sono con un piede fuori dalla maggioranza. Il loro collega del Nuovo PSI rintuzza la tesi che porterebbe a prosciugare il fondo per corso Europa allo scopo di mettere a posto la strada che collega la stazione ferroviaria con Cesa e Gricignano. AVERSA - L'emendamento presentato dai sei consiglieri comunali, ormai più lontani che vicini alla maggioranza a cui hanno appartenuto, non convince un altro consigliere comunale, rimasto saldamente ancorato, al contrario, ai gruppi che sostengono ancora Sagliocco. Stiamo parlando di Raffaele Marino, unico rappresentante del nuovo PSI all'interno del parlamentino normanno. I due Galluccio, Dello Vicario, Imma Lama, De Cristofaro e Bisceglia, ritengono che le condizioni disastrose in cui versa via Atellana giustifichino uno storno di fondi da quelli che nel piano triennale delle opere pubbliche, associato al documento del bilancio di previsione, dovrebbero servire a mettere a posto viale Europa. "Nessuno mette in discussione - dichiara Marino a Casertace - lo stato di grande fatiscenza in cui versa via Atellana. Ma non si può assolutamente pensare di recuperare i soldi che servono per via Atellana dalla dotazione necessaria a compiere un'opera di profonda rigenerazione di corso Europa. Sostenere che quest'arteria cittadina versi in condizioni accettabili significa essere ciechi o in malafede. Marciapiedi - nota il consigliere Marino - completamente disintegrati, manto stradale, che sembra un percorso di guerra, per quante buche ci sono e per di più caratterizzate da un asfalto liscio, consumato, vecchio di almeno 15 anni, che rappresenta un'insidia serissima per gli automobilisti. Questa - conclude Marino - non è una strada qualsiasi. Da più di un mese, infatti, viale Europa è diventata la principale porta d'ingresso al nuovo tribunale, al punto che lo svincolo di Aversa nord della superstrada ora contiene anche un'indicazione precisa di svincolo per il Palazzo di Giustizia. Uno svincolo che porta dritti proprio in corso Europa." G.G.