Cronaca Bianca

MARCIANISE - Al via l’undicesima edizione della campagna “Nastro Rosa” per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori alla mammella

Presso il Convento dei Frati Francescani di piazza Buccini, il dottor Gian Paolo Pitruzzella effettuerà visite ed ecografie gratuite alle donne interessate. Per prenotazioni rivo


Presso il Convento dei Frati Francescani di piazza Buccini, il dottor Gian Paolo Pitruzzella effettuerà visite ed ecografie gratuite alle donne interessate. Per prenotazioni rivolgersi alla segreteria della sezione (3332736202) dalle 9.30 alle 11.30 di ogni  martedi e giovedi, oppure direttamente alla volontaria Maria Teresa Belardo al numero 333 7584272

MARCIANISE - Al via anche a Marcianise l’undicesima edizione della campagna “Nastro Rosa”, mirante sensibilizzazione di un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della corretta prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori alla mammella. Per tutto il mese di ottobre,  grazie al lavoro della volontaria Maria Teresa Belardo, e con il patrocinio dell’amministrazione, guidata dal sindaco Antonio De Angelis, saranno illuminati di rosa:  la statua della Pietà di piazza Carità, e la sede del municipio in piazza Umberto 1. Contestualmente, presso il Convento dei Frati Francescani di piazza Buccini, il dottor Gian Paolo Pitruzzella effettuerà visite ed ecografie gratuite alle donne interessate. Per prenotazioni rivolgersi alla segreteria della sezione (3332736202) dalle 9.30 alle 11.30 di ogni  martedi e giovedi, oppure direttamente alla volontaria Maria Teresa Belardo al numero 333 7584272.

“Tutte le donne – spiega la Belardo -  hanno un rischio di poter sviluppare un tumore al seno,quindi ogni donna deve sottoporsi a controlli periodici,tutte devono sapere che sconfiggere la malattia è possibile. E’ importante educare le giovani  alla cultura della prevenzione come metodo di vita,anche in età non sospetta. Oggi in Italia aumenta la percentuale di donne con tumore al seno con meno di 40 anni,per questa fascia d’età il Servizio Sanitario Nazionale non prevede screening,ecco che la sezione provinciale si è fatta promotrice di un progetto di ricerca sanitaria Donne fuori Fascia, per evidenziare il disagio della popolazione femminile con età inferiore ai cinquanta residenti nei nostri comuni”.