Cronaca Bianca

CASTEL VOLTURNO - La crociata di Villano sulla pubblicazione delle determine di spesa del Comune on line

IN CALCE ALL'ARTICOLO LA NOTA STAMPA DEL REFERENTE DELL'UDC CASTEL VOLTURNO - Dott. Contarino e signori dirigenti di un comune più volto sciolto per infiltrazioni camorristich


IN CALCE ALL'ARTICOLO LA NOTA STAMPA DEL REFERENTE DELL'UDC CASTEL VOLTURNO - Dott. Contarino e signori dirigenti di un comune più volto sciolto per infiltrazioni camorristiche non ci siamo. Non possiamo che dare ragione al referente politico dell'Udc di Castel Volturno, Arturo Villano sulla vicenda delle determine dirigenziali che per motivi di privacy non vengono pubblicate, se non nell'indicazione dell'oggetto. E' assolutamente vero che attraverso delibere e determine pubblicate on line il cittadino può rendersi conto della gestione politica ed economica dell'Ente Comune, come è anche vero che in tempi di crisi economica e di super tassazione degli utenti, i residenti della cittadina rivierasca hanno il diritto dovere di conoscere poi come vengono indirizzate le risorse economiche di un ente tra le altre cose in regime di dissesto finanziario. Unica nota positiva in questi anni di gestione commissariale e di dissesto dell'ente è stato appurare che da parte del Comune non vi sono state esose elargizioni di prebende, contributi, patrocini e beneficiate varie alle solite associazioni "parassite" del territorio che non hanno mai prodotto nulla. Resta il fatto che la proposta avanzata da Arturo Villano dovrà essere accolta in pieno, così in futuro, a partire dal prossimo anno quando la gestione del Comune diverrà anche di natura politica l'informazione potrà controllare, come sta facendo negli altri comuni della provincia, a partire dal vicino ente di Mondragone, come i politici locali indirizzano i fondi per la spesa pubblica. Max Ive   Spett. Ufficio di Segreteria Generale Comune di Castel Volturno c.a. Dott.ssa Concetta Bianco PEC: cvolturno@pec.comune.castelvolturno.ce.it e p.c. Spett. Commissione Straordinaria Dott. Antonio CONTARINO D.ssa Anna MANGANELLI Dott. Maurizio ALICANDRO e p.c. Redazione Il Mattino c.a. Vincenzo Ammaliato e-mail: info@ammaliato.it Redazione Cronache di Caserta c.a. Scialla Giusi e-mail redazione: edicor@tin.it Redazione Nuova Gazzetta di Caserta c.a. Mario Zannone e-mail: redazione@gazzettadicaserta.net; Redazione Casertace c.a. Massimiliano Ive e-mail: redazione.casertace@gmail.com Castel Volturno li 18/10/2013 Oggetto: Trasparenza albo pretorio “on-line” Credendo che la trasparenza non si misuri nella possibilità di tutti di accedere a documenti contenenti dati di privati e richieste di privati, ma nella possibilità di consultare liberamente atti pubblici mediante i quali la pubblica amministrazione esprime la sua volontà in esterno e gestisce il denaro dei contribuenti. A tal riguardo l'albo pretorio on line del Comune di Castel Volturno rappresenta una risorsa incredibile per tutti i cittadini e per chi è alla ricerca di risposte alle sue legittime domande in merito a come agisce l'amministrazione Comunale e come sono da questa spesi i soldi pubblici. E se le decisioni in ambito comunale vengono assunte tramite Delibere di Giunta, di Consiglio ed Ordinanze Sindacali, le spese pubbliche vengono disposte tramite “determine” firmate dai responsabili/dirigenti degli uffici competenti. Tuttavia, a Castel Volturno, a differenza di quanto avviene in altri comuni le “determine” di spesa dei vari settori vengono pubblicate nell'albo pretorio riportando unicamente l'oggetto della determina ed, a volte, senza neppure l'indicazione del costo dell'intervento, come ad esempio la seguente: Questa situazione ovviamente genera l'impossibilità di sapere, conoscere e controllare come realmente sono spesi i soldi delle tasse dei contribuenti rendendo, di fatto, impossibile capire cosa viene caricato sui vari capitoli di spesa contenuti nei bilanci comunali che annualmente vengono discussi in consiglio comunale. Per questo, come cittadino, vi chiedo di provvedere alla pubblicazione sull'albo pretorio delle “determine” dirigenziali con tutti gli allegati, (dispositivi di liquidazione, fatture, contabilità, ecc). Ricordo a proposito che il Consiglio di Stato, nella sua sentenza n. 1370/06 del 15/03/2006 ha precisato come la pubblicazione all'Albo Pretorio, prescritta dall'art. 124 T.U. n. 267 del 2000 per tutte le deliberazioni del Comune e della Provincia, non sia relativa alle sole deliberazioni degli organi di governo, quali il Consiglio e Giunta Comunali, ma riguardi «anche le determinazioni dirigenziali , esprimendo la parola “deliberazione” sia risoluzioni adottate da organi collegiali che da organi monocratici ed essendo l'intento quello di rendere pubblici tutti gli atti degli Enti locali di esercizio del potere deliberativo, indipendentemente dalla natura collegiale o meno dell'organo emanante. Anche alcune prefetture hanno già sollecitato i Comuni a provvedere alla “pubblicazione integrale delle determine” in quanto, la pubblicazione del solo oggetto, non rappresenta affatto un modo per far conoscere ai cittadini, in un ottica di trasparenza, i contenuti delle deliberazioni dirigenziali. In attesa di vostri riscontri Ing. Arturo Villano