Cronaca Bianca

LA DOMENICA DI CASERTACE - MADDALONI - Altro che "tutto ok, tutto ok....": l'Ambito e i servizi ai disagiati e ai disabili a un passo dal commissariamento.Martedì l'ultima chance

L'assessore Magliocca rassicura, minimizza, ma in realtà la convocazione straordinaria del tavolo istituzionale fa capire che il braccio di ferro con il comune di S.Felice a Canc


L'assessore Magliocca rassicura, minimizza, ma in realtà la convocazione straordinaria del tavolo istituzionale fa capire che il braccio di ferro con il comune di S.Felice a Cancello potrebbe far deragliare il consorzio. E partono i malumori anche di S.Maria a Vico, Cervino e Arienzo. MADDALONI - Noi che conosciamo quel simpaticone dell'assessore ai servizi sociali del comune di Maddaloni Salvatore Magliocca, comprendiamo anche i motivi per cui, nel percorso tra Napoli e Maddaloni, abbia trasformato quello che era un totale fallimento della sua missione impossibile, per legge e per prassi, di far digerire alla Regione Campania un'assetto dell'ambito sociale privo, sostanzialmente della presenza del comune di San Felice a Cancello, completamente in disaccordo con il capofila Maddaloni. Magliocca è uno che ha avuto sempre, forse anche ha ragione, grande considerazione di sè. Dunque, non poteva accadere che uno come lui ritiene di essere, ritornasse alla base con le proverbiali pive nel sacco. Per questo motivo ha detto, dichiarandolo anche pubblicamente, che la sua trasferta a Napoli era stata un successo di eccezionale portata, quasi quasi, aggiungiamo noi, una cosa anche più esaltante della visita di Papa Francesco in Brasile durante le Giornate della Gioventù. La realtà, al contrario, era ben altra cosa. Alla Regione, hanno detto a Magliocca, e non avrebbero potuto dirgli diversamente, che, o trovano in pochissimo giorni un accordo corale con gli altri comuni partecipanti all'ambito, o il comune capofila, cioè Maddaloni, verrà commissariato nel suo ruolo proprio dalla Regione. E ci penserà poi la Regione a trovare la sintesi per far partire questo benedetto piano di zona. Insomma, mentre i politici litigano sul tema di chi è più duro, più figo, più furbo dell'altro, chi ci va di mezzo sono i poveracci e quelli che hanno bisogno di cure e di assistenza. L'ambito di Maddaloni che comprende anche i comuni di S.Maria a Vico, Arienzo, Cervino e, come detto, S.Felice a Cancello, rischia di deragliare. L'ultima carta utile potrà essere giocata dopodomani, martedì, quando i sindaci e gli assessori di tutti i comuni si riuniranno in una seduta straordinaria. Dovranno uscire fuori con un accordo, altrimenti sarà commissariamento. G.G.