Politica

MONDRAGONE - Tesseramento contestato nel Pd, dopo 10 giorni il partito non ha deciso ancora nulla, ma le iscrizioni sono valide. Fusco non si candida alla guida del circolo, vuole un giovane

L'ex consigliere comunale rilancia: "Alla guida del Pd locale auspico ci sia un giovane non solo anagraficamente, ma per le sue idee". Fardella, Del Prete, Fusco, Di Lorenzo e l'a


L'ex consigliere comunale rilancia: "Alla guida del Pd locale auspico ci sia un giovane non solo anagraficamente, ma per le sue idee". Fardella, Del Prete, Fusco, Di Lorenzo e l'avvocato Federico possono ad oggi partecipare anche alle fasi congressuali   MONDRAGONE - La vicenda delle tessere del Pd contestate non si è ancora conclusa. Sono trascorsi più di dieci giorni e al riguardo non è stata assunta alcuna decisione dal partito. Come ricorderanno i lettori di Casertace, all'indomani del tesseramento, galvanizzato dalle tensioni politiche tra i fuschiani-renziani e i seguaci di Cennami, 5 tessere vennero contestate. Stiamo scrivendo delle iscrizioni di Mario Fusco, Pasquale Fardella, dell'avvocato Federico, del consigliere Nino Del Prete e di Emilio Di Lorenzo. Cosa accadrà adesso? Per il momento i renziani stanno attendendo la decisione che assumerà l'ufficio adesioni, che nel contempo deve fare i conti con l'incombente fase congressuale che si propina all'orizzonte dello scenario politico dei democratici.  Resta il fatto che le 5 tessere contestate a Mondragone, fino a prova contraria, sono valide e quindi se domani mattina si dovesse votare Mario Fusco e i suoi potrebbero esprimere il proprio voto sia nella strutturazione di un nuovo direttivo, sia partecipando alle fase congressuale provinciale e non solo. Proprio di fronte a questo scenario politico Fusco sul piano locale rilancia: "Attendo la decisione del partito sulla mia tessera. Fino a quel giorno, comunque, sono regolarmente iscritto. Per quanto concerne il Pd locale spero che ci sia la candidatura di un giovane. Ribadisco alla guida del partito occorre un giovane che non abbia solo, per, ma anche con le idee e i programmi". Quindi lei non si candiderà alla carica di segretario del circolo cittadino? "Assolutamente no, occorre però percorrere la strada del rinnovamento politico". Max Ive