Sport

CASERTANA, LE PAGELLE - Caturano si sblocca, bene Marano e Mancino. Rinaldi nervoso, Ugolotti...

Diamo le pagelle della sfida di ieri tra Casertana e Castel Rigone, finita 1-0 per i Rossoblù con rete di Caturano. CASERTA - La Casertana di Guido Ugolotti ieri, allo stadio


Diamo le pagelle della sfida di ieri tra Casertana e Castel Rigone, finita 1-0 per i Rossoblù con rete di Caturano. CASERTA - La Casertana di Guido Ugolotti ieri, allo stadio Alberto Pinto, ha affrontato e battuto il Castel Rigone di Marco Di Loreto. Il risultato finale è stato di 1-0 per i Falchetti, con rete di Caturano su spunto di Mancino. Per la squadra dell'ex tecnico del Benevento è il secondo successo consecutivo, il terzo in quattro partite. Una vittoria che lancia la Casertana ed accantona definitivamente l'altalenante inizio di stagione. Vi proponiamo le nostre pagelle, con le quali proviamo a giudicare la prova dei guerrieri rossoblù: FUMAGALLI - 6 - Nonostante non ci siano stati grossissimi interventi da fare si dimostra sempre presente e sempre attento. Anche quando i difensori sbagliano semplici retropassaggi, lui è sempre il più lesto a rimediare. Tra i pali è una sicurezza. E' uno dei veri punti di forza di questa Casertana D'ALTERIO - 6,5 - Seconda partita da titolare nel ruolo di terzino destro. Tende spesso ad accentrarsi e non sempre ha il passo per creare superiorità numerica con importanti sovrapposizioni ma ha il merito di mettere al centro il pallone che Mancino serve a Caturano per il gol del vantaggio, e, soprattutto, ha l'intelligenza e l'esperienza per restare lucido nei momenti di maggiore difficoltà. RINALDI - 5,5 - Viene ammonito al primo fallo e forse questo gli toglie un po' di tranquillità. Sulle palle inattive, i giocatori umbri, non si esimono dallo sgomitare e provocarlo, lui è bravo a non reagire, anche se, a volte, rischia. Nel finale, in sofferenza, sbaglia qualche appoggio di troppo. IDDA - 6 - Altra partita pulita, senza pecche. Anche lui, contro la moltitudine di attaccanti avversari messi in campo da Di Loreto nel finale, va un po' in difficoltà ma riesce sempre a cavarsela. PEZZELLA - 6 - L'ex Avellino, soprattutto nel primo tempo, spinge bene ma come l'altro esterno di difesa, non è sempre puntale nelle sovrapposizioni e questo manda un po' in difficoltà la Casertana. Buona gara in fase di copertura, con intelligenti diagonali. CRUCIANI - 6,5 - Sono quei giocatori, che in campo, forse, non li vedi neanche, ma si sentono. Si sente la sua tenacia, il suo tappare tutti i buchi ed il suo mettersi al servizio della squadra. Mezzo voto in meno per un paio di ripartenze gestite male nel finale. MARANO - 6,5 - Come il suo compagno di reparto, gioca per la squadra e fa tanta, tantissima legna. Sbaglia qualche appoggio di troppo ma per uno che corre così, ci può anche stare. E' fondamentale che mantenga questa condizione fisica. (27' st. CORREA - 5 - Cammina. Basterebbe dire questo per giudicare la sua prova. Non ha il passo, non ha la condizione fisica per fare quella differenza che può assolutamente fare. Il suo cambio resta un mistero, anche perchè, in un finale così, più che un costruttore di gioco, serviva un pitbull). ALVINO - 5,5 - Tanto impegno ma tanta confusione. Qualche buono spunto ad inizio match, poi va in difficoltà sia nell'uno contro uno, sia nei cross. Sarebbe da 5, ma il mezzo voto in più gli va concesso per la grandissima mole di lavoro fatta in fase difensiva. MANCINO - 7 - Parte come centrale dei tre dietro Caturano, finisce come esterno di sinistra. Il suo passo, le sue qualità, la sua forza, sono di almeno una categoria superiore. Quando si accende lui, si accende la Casertana. Fondamentale nell'azione del gol. La inizia lui nella propria metà campo, la rifinisce lui nell'area di rigore avversaria. AGODIRIN - 5 - Partita assolutamente anonima dell'ex Latina. A sinistra, sul suo piede debole, fa tantissima fatica. Nella prima frazione non entra praticamente mai in partita. Sbaglia anche qualche accelerazione di troppo. Una giornata incolore. (13' st. CUCCINIELLO - 5,5 - Ugolotti dice di averlo messo per dare copertura centrale ma, vedendo la sua partita, si può dire che abbia faticato a trovare la posizione in campo. Importante comunque nel finale in fase di interdizione, soprattutto con Cruciani in debito d'ossigeno). CATURANO - 7,5 - Sarebbe da 7, ma ci piace chi lotta, sgomita e si fa in quattro su ogni pallone. Dunque mezzo voto in più, e palma di migliore in campo. E' il primo attaccante rossoblù ad andare in rete. Ma come ha detto lui, l'importante era vincere la partita. Una partita difficile, con un avversario tosto. Ma, l'ex Empoli, lo è stato ancora di più. (23' st. BACLET - 5,5 - Sicuramente sotto la sufficienza. Venti minuti di niente, nonostante il pubblico accolga il suo cambio con fiducia. Perde quasi tutti i contrasti aerei e soprattutto, in un paio di ripartenze, resta fermo nella zona nevralgica del campo. Ma, un attaccante, non dovrebbe essere affamato di gol?). UGOLOTTI - 6 - Esclusivamente per la vittoria. Perchè chi vince ha sempre ragione. Ma, a noi, dopo questa partita, un paio di quesiti ci restano. Perchè insistere con Agodirin a sinistra ed Alvino a destra? Non era meglio invertirli? Perchè togliere Marano, autore di una bella prestazione, per far entrare un Correa che ancora cammina? Sicuramente saranno cose che l'ex Benevento correggerà in settimana. Fondamentale sarà capire il perchè di così tanta sofferenza. Raffaele Cozzolino