Politica

CONSORZIO SANNIO ALIFANO. Firme contro Cappella. Cordata trasversale per scalzarlo: accordo Pdl-Udc

Tra i firmatari dell'atto di sfiducia Alfonso Santagata, nipote di Dante Cappello PIEDIMONTE MATESE - Il trono di Pierino Cappella, attuale Presidente del Consorzio di Bonifica


Tra i firmatari dell'atto di sfiducia Alfonso Santagata, nipote di Dante Cappello PIEDIMONTE MATESE - Il trono di Pierino Cappella, attuale Presidente del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano che per anni è stato gestito dai Cappello, prima dal defunto Dante e poi dall'attuale nipote Vincenzo, sindaco di Piedimonte e attuale segretario cittadino del Pd, dondola. Una cordata trasversale, infatti,  starebbe per ottenere la maggioranza all'interno dell’Ente consortile. La manovra nascerebbe dalla volontà dei vertici provinciali del Popolo della Libertà e dell’Udc. L’attacco politico quindi non sarebbe rivolto solo all’Ente ma al regno dei Cappello. Un autentico colpo al cuore per Enzo Cappello che per anni è stato il padrino di Pierino Cappella.  In ogni caso aspettiamo le prossime ore quando le firme con la sfiducia saranno mandante al Prefetto di Caserta Carmela Pagano. Altro particolare:  il consigliere Alfonso Santagata di Alife nipote di Dante Cappello sembra aver scaricato anche lui Enzo essendo tra i firmatari dell’atto di sfiducia.