Cronaca Nera

ECCO I PRIMI NOMI - ESCLUSIVA Facciamo ridere: Franco Balivo, condannato dalla Corte dei conti, inserito dal Viminale nell'elenco dei revisori dei conti degli enti nella pubblica amministrazione

Questa volta niente sommario, ma tre minuti di raccoglimento con la solita canzone che spesso pubblichiamo e che anche stavolta è migliore di qualsiasi considerazione nostra (CLI


Questa volta niente sommario, ma tre minuti di raccoglimento con la solita canzone che spesso pubblichiamo e che anche stavolta è migliore di qualsiasi considerazione nostra (CLICCA QUI PER ASCOLTARLA) CASERTA - E' vero che in uno stato di diritto, guardato, per di più, con un animo garantista e liberale, può capitare anche che un cittadino su cui gravano due condanne all'ergastolo in primo e secondo grado possa anche diventare ministro deglli Interni, ma non è che questo esempio limite possa essere valutato solo sul piano della legge stricto sensu, dato che le ragioni del buon senso e dell'opportunità non possono diventare sanzione ma si traducono almeno in una sospensione di certi atti in attesa che le sentenze diventino definitive in una maniera o nell'altra. Se un dirigente di una pubblica amministrazione becca una condanna in primo grado dalla Corte dei conti per essersi messo in tasca svariate centinaia di migliaia di euro senza averne diritto sarà pure opportuno che la sua legittima ambizione di svolgere, eventualmente se dovesse cambiare mestiere, la funzione di revisore dei conti di un ente pubblico, venga neutralizzata, temporaneamente, in attesa del verdetto di secondo grado della giurisdizione contabile. E invece no: Francesco Balivo da Trentola Ducenta, ex dirigente dell'Usl di Casal di Principe, dell'Asl di Caserta 2, cioè quella di Aversa e S.Maria Capua Vetere, oggi dirigente del settore economico-finanziario dell'Asl unificata di Caserta, con tanto di incarico fresco di conio di capo dipartimento, un uomo da 10 mila euro al mese, è compreso nell'elenco, diramato dal ministero degli interni, dei professionisti abilitati a svolgere l'incarico di revisore dei conti all'interno di un qualsiasi comune o di un qualsiasi organismo della pubblica amministrazione. L'operazione è stata fatta di recente, visto che l'elenco è stato pubblicato nel marzo scorso, cioè da quando i meccanismi di nomina dei revisori dei conti non rispondono più a una logica politica e, dunque, non sono più effettuate dai Consiglio comunali provinciali e regionali, ma, a quanto pare, sorteggiati nelle prefetture tra i nominativi di quest'elenco. Insomma, per pura ipotesi, potrebbe verificarsi che Balivo si dimetta da dirigente dell'Asl e che venga sorteggiato per la funzione di revisore dei conti della stessa azienda. Incommentabile! Gianluigi Guarino

QUI SOTTO I PRIMI NOMI

1

CAMPANIA

BABELE

LUIGI

TEVEROLA

FRIGNANO

04/05/1958

194

04/02/1986

2673

07/01/1992

2 3

CAMPANIA

BACCARI

IVAN

1

CAMPANIA

BACCARI

SALVATORE

SCAFATI

PAGANI

21/02/1962

224/A

06/02/1995

108212

17/12/1999

1

CAMPANIA

BALBI

GIUSEPPE CARLO

ROCCAGLORIOSA

ESTERO

11/02/1963

104

02/06/1995

108216

25/11/1999

1 2 3

CAMPANIA

BALIVO

FRANCESCO

TRENTOLA DUCENTA

TRENTOLA DUCENTA

03/06/1955

-

-

DM 13/06/95

21/04/1995

1

CAMPANIA

BALLETTA

RAFFAELE

AVELLINO

BENEVENTO

16/03/1970

475

18/05/2001

136842

29/07/2005

1

CAMPANIA

BARATTA

RAFFAELE

CASAL VELINO

CASAL VELINO