Cronaca Bianca

ESCLUSIVA - OSPEDALE DI CASERTA - Dalle 15.30 manca la corrente nei 4/5 dei reparti. Le ultime parole famose di Festa: "I generatori garantiranno il 100% del servizio"

Il dirigente dell'area tecnica aveva garantito, in una comunicazione formale, che vediamo qui sotto, che i lavori dell'Enel non avrebbero prodotto disagi. (IN CALCE ALL'ARTICOLO I


Il dirigente dell'area tecnica aveva garantito, in una comunicazione formale, che vediamo qui sotto, che i lavori dell'Enel non avrebbero prodotto disagi. (IN CALCE ALL'ARTICOLO IL DOCUMENTO DEL DIRIGENTE BARTOLOMEO FESTA). E invece, niente tac, niente radiografie e niente coronarografie, seri problemi nel 118 CASERTA - A leggere la nota firmata dal dirigente dell'area tecnica dell'Ospedale Civile di Caserta, Bartolomeo Festa, il pomeriggio odierno, quello di venerdì, doveva essere un tranquillo momento di normale attività del nosocomio casertano. Se è vero, infatti, che l'Enel avrebbe dovuto compiere dei lavori importanti nella cabina elettrica denominata Autoparco, era anche vero che, come è scritto testualmente nella nota inviata alla direzione sanitaria,  l'intera operazione sarebbe avvenuta senza che nessun malato, nessun parente e nessuna struttura interna ai reparti o esterna ad essi avrebbe percepito alcunché. E questo perchè nella palazzina del Dea, l'energia elettrica non sarebbe stata sospesa, mentre in tutti gli altri reparti l'erogazione sarebbe stata garantita dai generatori. Risultato di oggi pomeriggio: dalle 15.30 la corrente c'è nel Dea e nei reparti di rianimazione, dove è effettivamente garantita da un gruppo elettrogeno, mentre in tutti gli altri luoghi dell'ospedale, cioè nei 4/5 degli ambienti adibiti a reparti, la corrente manca. Ferme le tac, ferme le coronarografie, gravi disagi nel 118, giusto per citare 2 o 3 cosine molto serie tra i tantissimi disagi provocati da questo problema. Ormai, l'ospedale di Caserta è una vera e propria armata brancaleone. G.G. QUI SOTTO LA NOTA DEL DIRIGENTE BARTOLOMEO FESTA